Covid, la Germania non fa entrare il Liverpool: e la Champions?

A causa delle diverse varianti del virus presenti in Gran Bretagna, Berlino non permette agli inglesi di andare a Lipsia: il match di coppa è in programma il 16, ma il divieto è in vigore fino al 17…

La decisione, che era nell’aria da giorni, adesso è ufficiale. Il Liverpool non potrà recarsi a Lipsia per giocare gli ottavi di finale di Champions League in programma il prossimo 16 febbraio.

LA SITUAZIONE

—  

A causa delle restrizioni causate dalla pandemia, infatti, il Ministero dell’Interno di Berlino ha chiuso gli aeroporti ai voli provenienti da aree dove ci sono delle varianti del Covid-19, cioè Regno Unito, Irlanda, Brasile, Portogallo e Sudafrica. Il divieto resterà in vigore fino al 17 febbraio, rendendo di fatto impossibile per il Liverpool mettere piede in Germania. Il club tedesco, che ora rischia una sconfitta a tavolino, per ottenere una deroga aveva inviato una richiesta speciale che è stata però respinta dalla polizia federale. Lipsia-Liverpool potrebbe comunque anche essere giocata in un altro luogo o subire un’inversione di sedi tra andata e ritorno.

Precedente Gravina in redazione: le nuove sfide del n.1 Figc tra l’Europeo e futuro del calcio italiano Successivo Il Chelsea batte il Tottenham di Mourinho. Decisivo Jorginho

Lascia un commento