Cosa rischia D’Aversa dopo la testata: tutti gli scenari possibili sulla squalifica

ROMA La testata a Thomas Henry potrebbe costargli davvero cara a Roberto D’Aversa. Nel finale di partita tra Lecce e Verona il brutto episodio che ha visto protagonista l’allenatore dei salentini, espulso al triplice fischio dall’arbitro Chiffi. E mentre la società pugliese medita l’esonero, c’è attesa anche per quella che sarà la decisione del Giudice Sportivo. Si prevede una maxi squalifica.

L’episodio di D’Aversa: i possibili provvedimenti

Il Giudice Sportivo leggerà il referto dell’arbitro Chiffi, che comunque in campo ha visto e giudicato l’episodio di D’Aversa. E qui entrano in scena i precedenti. Uno su tutti: l’aggressione di Delio Rossi, tecnico della Fiorentina, verso il suo giocatore, Adam Ljajic nel 2012. In quel caso l’allenatore pagò con una squalifica di tre mesi. A gennaio 2019 invece, in Serie C, l’allenatore della Lucchese, Savarin, colpì con una testata un giocatore avversario. Sei mesi di squalifica (fino al 30 giugno del 2019). D’Aversa aspetta di conoscere il proprio destino che si gioca su due tavoli: attende la decisione del Lecce sul proprio futuro e quella del Giudice Sportivo sulla squalifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Real Madrid, che poker al Celta di Rafa Benitez! Successivo Allegri, la conferenza stampa dopo Juve-Atalanta: rivivi la diretta