Corsa contro il tempo: Juve, il piano per avere Kostic per il debutto contro il Sassuolo

La mancanza di alternative nel ruolo obbliga l’accelerazione per presentarsi con il serbo alla prima di campionato: sprint nella trattativa entro il weekend per aggregare l’esterno sinistro alla ripresa dei lavori dopo l’amichevole di domenica

L’idea di mercato è di lungo corso, ora però si è trasformata in un’esigenza tecnica e anche economica. Filip Kostic è un obiettivo della Juve non più potenziale, ma “a tempo”. E il termine ultimo va immaginato non oltre la data del 15 agosto, quando i bianconeri dovranno affrontare allo Stadium il Sassuolo nella prima di campionato. Nell’idea di Allegri e degli uomini mercato della Signora, l’esterno dell’Eintracht in quella occasione dovrà essere in campo. Anche perché, nella zona di sua competenza, c’è un buco da colmare: Kean è squalificato, Aké infortunato. Bisogna insomma affidarsi a quel sostituto ideale di Bernardeschi che non è ancora arrivato, un jolly esterno capace di adeguarsi a qualunque modulo.

Ritorno di fiamma

—  

La questione esterno sinistro è da legare dunque all’avvio di campionato. E il tempo sta per scadere, a differenza della fine del mercato che potrà ancora riservare delle sorprese e presentare delle opportunità. In questo scenario Kostic rappresenta il giusto compromesso per non esporsi troppo sul piano economico e contenere i costi sull’operazione, considerato che il calciatore bosniaco andrebbe in scadenza con l’Eintracht il prossimo anno, ha già rifiutato il rinnovo del contratto e vuole cambiare aria. Alcuni retroscena alimentano la positività su questo fronte di mercato: il calciatore si è affidato in tempi non sospetti a Lucci nell’idea di poter giungere in Serie A; a inizio estate si rese protagonista di un video (poi diventato virale) in cui il suo barbiere spoilerava l’approdo in bianconero; e infine nelle ultime ore si è svincolato dal West Ham, annusando il ritorno di fiamma della Juve sul suo conto.

AFFARE LAMPO

—  

La Juve ora si muove con convinzione. In queste ore affiderà all’entourage del calciatore la sua prima offerta da presentare all’Eintracht. Qui bisogna tener conto del rifiuto dei tedeschi alla proposta del West Ham di 15 milioni, ma i bianconeri potrebbero inizialmente fermarsi anche un passo indietro facendo leva sulla volontà del calciatore di trasferirsi a Torino. La prima offerta dovrebbe essere di 12 più 3 di bonus, con margine di miglioramento ma non al punto di toccare quota 20 come vorrebbe il club di Francoforte. Tutto ciò sarà frutto di una trattativa lampo che la Juve proverà a chiudere al massimo nel week end, volendo consegnare il calciatore ad Allegri al ritorno dall’ultimo test di domenica sera a Tel Aviv, alla ripresa dei lavori nella settimana che porta a Juve-Sassuolo. Una corsa contro il tempo necessaria, che darebbe l’opportunità ai bianconeri di sopperire a un buco in rosa e dunque vivere con meno pressione la fase ultima del mercato estivo. Quella in cui servirà ancora un attaccante.

Precedente Serie C, Avellino: preso il difensore Aya dalla Reggina Successivo Bundesliga, Grifo trascina il Friburgo. L'Union Berlino vince il derby

Lascia un commento