Coppa Italia, Pisa eliminato. Avanti Brescia e Spezia

ROMA – Proseguono i trentaduesimi di finale di Coppa Italia: nuovi verdetti dai confronti di oggi. In rimonta il Brescia passa all’Arena Garibaldi: il Pisa va per primo avanti con Masucci, poi le Rondinelle ne fanno 4 e si guadagnano il passaggio ai sedicesimi nei quali affronteranno lo Spezia. La squadra di Gotti, infatti, ha fatto anche meglio del Brecia per numero di reti messe a segno, battendo 5-1 il Como al Picco

Pisa-Brescia 1-4

Dopo le prime schermaglie, la prima occasione nitida è per il Brescia al 15′ con una conclusione di Ayè su assist di Moreo, respinta dal portiere Nicolas: interviene anche il Var per stabilire che non è gol. Al 19′ Pisa in vantaggio con Masucci che insacca di testa dopo che il pallonetto di Mastinu aveva colpito la traversa, 1-0. Pari al 25′ anche qui con la collaborazione del legno visto che la punizione di Ndoj dapprima impatta sulla traversa, poi sulla schiena di Nicolas per poi insaccarsi, 1-1. Poi il Brescia colpisce anche un palo con Ndoj (32′), mentre al 38′ Ayè non trova la porta da ottima posizione. Ad inizio ripresa, esce il portiere del Pisa Nicolas per infortunio, Livieri tra i pali. Al 16′ Brescia in vantaggio: Bertagnoli cross, Moreo tocca di testa per Ayè che, sottomisura, mette il pallone in rete, 1-2. Tris al 27′: Niemeijer riceve da Bisoli e serve l’accorrente Ndoj che insacca, 1-3. La quarta rete delle Rondinelle arriva in pieno recupero: cross di Van De Looi, Bianchi di testa trova la deviazione vincente. 

Pisa-Brescia: tabellino e statistiche

Spezia-Como 5-1

Lo Spezia parte forte e reclama quasi subito un rigore con Nzola. Al 14′ è però il Como ad andare a bersaglio con Mancuso che è però in posizione irregolare, nulla di fatto. Al 33′, dopo una buona iniziativa di Agudelo, la palla termina a Verde che tenta il mancino: Ghidotti si rifugia in calcio d’angolo. Spezia in vantaggio al 43′: Gyasi libera con il tacco Nzola che batte il portiere avversario, 1-0. Lo Spezia nella ripresa cerca il raddoppio con Nzola e, all’8′, con Verde, la cui conclusione termina di un soffio a lato. Pari al 9′ con Blanco che sorprende Zoet dopo l’assist di Parigini. E’ immediata la reazione dello Spezia: il Var decreta che il fallo di Kabashi su Caldara è avvenuto in area di rigore e al 15′ Verde trasforma la massina punizione, 2-1. Il tris spezzino arriva al 26′ ad opera dei neo entrati Reca e Strelec, il primo nei panni di uomo assist, il secondo di finalizzatore. Un altro rigore (fallo di mano di Binks in area), stavolta trasformato da Nzola vale il poker. Manita ligure nel finale con la rete di Maldini su assist di Reca

Spezia-Como, tabellino e statistiche

Precedente Juventus: Kostic c'è, il vice Vlahovic ancora no Successivo Calciomercato Serie B, Modena: dalla Virtus Entella ecco Coppolaro

Lascia un commento