Coppa d’Africa da domenica 9 gennaio, dove vedere, orari: 24 nazionali drenano l’Europa, 14 i club di serie A

Parte la Coppa d’Africa (Camerun, 9 gennaio-6 febbraio) e il torneo ci riguarda da vicino. Molte squadre di serie A ne sono coinvolte.

Napoli, Milan, Roma e Bologna le più penalizzate : hanno dovuto prestare i loro big alle Nazionali africane ed ora lamentano il problema della sostituzione. Non sarà facile. Rischiano di perdere i loro grossi calibri anche per 50 giorni nel bel mezzo di una stagione già flagellata dai contagi.

Al momento sono cinque le gare di A non disputate per Covid e sugli stadi incombe la minaccia – assurda, punitiva, discriminatoria – dei lucchetti “sine die”.  Ci sono club in ginocchio: il Napoli e la Salernitana hanno 10 positivi, l’Udinese 15, il Verona 12, Bologna e Torino 8, il Milan 5. E ci fermiamo qui. Il quadro è in costante evoluzione.

Ecco perché la Coppa d’Africa, in questo particolare momento, ha un peso eccezionale sui massimi campionati europei. 

Oltretutto è da seguire perché il 30% dei calciatori che vedremo in campo (sono 191) sono nati e cresciuti calcisticamente in Europa. Ad esempio l’Algeria ha 11 giocatori nati in Francia ed uno in Olanda. Altra nota rilevante: ci sono in Camerun una trentina di atleti che hanno vestito la maglia di Nazionali giovanili europee .

E non dimentichiamoci della Francia campione del mondo 2018 che schierava 14 calciatori ( su una rosa di 23) di origine africana. E ancora: delle 24 nazioni partecipanti sono 21 quelle che hanno almeno un convocato in Europa. Sfuggono alla regola solo tre Paesi: Egitto, Etiopa, Malawi.

I nati in Europa sono in gran pare francesi (109), spagnoli (21), inglesi (16) olandesi (13), portoghesi (9). Una curiosità: il portiere della Guinea Bissau, il gigante Maurice Gomis (ex Torino, Spal, Nocerina, Siracusa; ora a Cipro) è nato a Cuneo. È il primo giocatore nato in Granda a prendere parte alla Coppa d’Africa.

Molte le stelle in campo alla Coppa d’Africa

Qualche nome? Salah, egiziano, ex Fiorentina e Roma, oggi al Liverpool con il fenomeno senegalese Mané che nei Reds ha realizzato 182 gol in 82 partite. E poi l’ivoriano del Milan Franck Kessie, il senegalese del Napoli Koulibaly. E l’algerino del Milan  Bennacer (nato in Francia), il marocchino Hakimi, ex Inter ora al PSG, il neo atalantino Boga della Costa d’Avorio.

Le 24 Nazionali al via sono divise in sei gironi. Agli ottavi (23-26 gennaio) accederanno direttamente le prime due di ciascun girone insieme con le quattro migliori terze. Gran finale il 6 Febbraio  nella capitale Yaounde”, la “città dei sette colli” con un’area metropolitana di oltre 4 milioni di abitanti.

I giocatori con il più alto valore di mercato?

Ecco la cinquina d’oro ( fonte Sky sport 24): Salah (100 milioni), Mane’ (80), Hakimi (70), Ndidi del Leicester (60), Kessie (48). Seguono Koulibaly(45), Tapsoba del Burkina Faso, attualmente al Bayer Leverkusen (40) e l’attaccante del Crystal Palace , l’ivoriano Zaha (40). E la favorita della Coppa? È  l’Algeria. Occhio al Camerun del napoletano Zambo Anguissa ( valutato 30 milioni). Algeria e Camerun hanno vinto le ultime due edizioni.

Prima partita domenica 9 gennaio alle ore 17.00. In campo Camerun-Burkina Faso. In serata (ore 20.00) Etiopa-Capo Verde.

IN TIVÙ 

Le partite saranno visibili in live streaming per gli abbonati alla piattaforma Discovery+. Inoltre in diretta streaming anche agli utenti già abbonati alla piattaforma Eurosport Player.

Precedente TMW - Parma, superata la concorrenza del Troyes per Conte della Moreirense Successivo Probabili formazioni Torino-Fiorentina: aggiornamenti

Lascia un commento