Coppa d’Africa, che storie: dal signor Rossi a Baggio fino a una fotografa speciale

Il loro signor Rossi si chiama Camara (o Kamara) e nell’etimologia dei popoli mandinghi significa “affidabile”. Sette calciatori con questi cognomi sono stati convocati nella Coppa d’Africa delle sorprese – forse perché su di loro, dopotutto, ci si può contare – che ha già perso per strada Gambia, Camerun, Burkina Faso, Tunisia, Egitto, Marocco, Senegal e Guinea Equatoriale, cioè le prime 8 dell’edizione di due anni fa. Considerando anche il Ghana, sono state eliminate tutte le partecipanti all’ultimo Mondiale.

Precedente Fiorentina, Belotti pronto a giocare: la decisione tocca a Italiano Successivo Mercato Napoli, è mancato un colpo di Theate