#ContraCR7, la protesta dei tifosi dell’Atletico: “Ronaldo non giocherà mai qui”

A Madrid nasce un movimento d’opinione, raggruppato sui social grazie all’hashtag #ContraCR7, in cui i tifosi dell’Atletico si oppongono fermamente alla possibilità che il vecchio grande nemico possa diventare un nuovo giocatore del club…

Il mercato è da sempre foriero di grandi sorprese e certe volte le trattative superano persino la fantasia. Come nel caso dell’intrigo che rischia di scuotere dalle fondamenta tutto il mondo dell’Atletico Madrid e anche l’appena rinominato Civitas Metropolitano. Del resto, il nome che viene associato alla squadra di Diego Pablo Simeone è di quelli…pesanti. Cristiano Ronaldo è stato offerto all’Atletico, per un affare capace di sconvolgere una città intera. Il cinque volte Pallone d’Oro, del resto, è un simbolo di una delle ere più vincenti della storia del Real e ogni volta che si è trovato i Colchoneros davanti non si è mai fatto pregare nel segnare e nel…rispondere alle provocazioni.

Il sindaco della città, tifoso biancorosso, ha spiegato che sarebbe tanto intrigante quanto sentimentalmente complicato vedere Cristiano agli ordini di Simeone, ma la maggior parte della aficion dei Colchoneros non sembra sulla sua stessa lunghezza d’onda. Anzi, come spiega il DailyMail, è nato un vero e proprio movimento d’opinione, raggruppato sui social grazie all’hashtag #ContraCR7, in cui i tifosi dell’Atletico Madrid si oppongono fermamente alla possibilità che il vecchio grande nemico possa improvvisamente diventare un nuovo giocatore del club. Il rancore è talmente tanto che alcuni non riescono neanche a fare il nome del portoghese quando spiegano di non volerlo vedere neanche dipinto con la maglia biancorossa: “Se arriva quello lì, cancello entrambi i miei due abbonamenti”, spiega un tifoso.

E il mood generale della tifoseria sembra esattamente quello. “Preferisco perdere con in campo Carlos Martin, che vincere con in campo quel portoghese”, chiosa un altro supporter. E sarà contento il giovane centrocampista della cantera nel sapere di essere già nel cuore del pubblico. Un eventuale arrivo di CR7 sarebbe paragonabile a un ritorno di Hugo Sanchez, leggendario traditore dei Colchoneros con il suo passaggio al Rea.”Qui un messicano che fa le capriole non si allenerà mai più, nè giocherà mai uno scemo nato a Madeira”. Insomma, un no netto alla possibilità di vedere l’ex juventino di nuovo a Madrid, ma dall’altra parte del fiume. “Mai nella mia squadra. I nostri valori vanno prima dei vostri obiettivi”. E la società, che pure certamente ci sta pensando, è avvisata…

Precedente Bagni: “Napoli, ci vuole tempo” Successivo Milan-De Ketelaere, ballano pochi milioni. Ma se non si chiude, il piano B è pronto

Lascia un commento