Conte contro il tabù Arsenal, ma il derby al giovedì porta bene agli Spurs

Per il tecnico del Tottenham una sola vittoria su 8 gare contro i Gunners. L’ultima volta di giovedì, 50 anni fa: gli Spurs espugnarono Highbury. Ora sono in ballo punti pesanti per l’Europa che conta

Tottenham e Arsenal recuperano la 22esima giornata di campionato. Questo sarà solo il secondo derby del nord di Londra a giocarsi di giovedì, dopo quasi 50 anni esatti dal primo. Era l’11 maggio 1972, vittoria per 2-0 degli Spurs ad Highbury. Oggi la squadra di Conte vuole difendere la quinta posizione che vale l’Europa. I Gunners hanno quattro lunghezze di vantaggio sugli avversari e puntano la qualificazione in Champions.

Ultimi risultati

—  

Sono 62 i punti del Tottenham in classifica. Due pareggi e un successo nelle ultime tre uscite, la sconfitta più recente è arrivata contro il Brighton il 16 aprile (0-1). Dopo una serie di quattro vittorie consecutive in Premier, gli Spurs hanno ottenuto un solo successo nelle ultime quattro (2N, 1P). Meglio lo score in casa: un solo k.o. nelle cinque gare casalinghe più recenti, poi quattro vittorie con almeno tre gol realizzati. L’Arsenal arriva da quattro successi di fila: i Gunners hanno superato Chelsea, United, West Ham e Leeds. Gli uomini di Arteta sono fermi a 66 punti in piena zona Champions.

I precedenti

—  

Gli Spurs sono imbattuti nelle ultime sette partite casalinghe di campionato contro l’Arsenal (5V, 2N): la striscia più lunga in casa contro i rivali del Nord di Londra da una serie di nove tra il 1960 e il 1968. Dopo la vittoria per 3-1 all’Emirates a settembre, i Gunners potrebbero vincere anche la gara di ritorno per la prima volta dalla stagione 2013-14. Kane e compagni hanno superato gli avversari negli ultimi due derby al New White Hart Line. Potrebbero arrivare a tre per la prima volta dall’agosto 1961.

Obiettivo Champions

—  

Gli uomini di Arteta non hanno intenzione di mollare. Con una vittoria arriverebbero almeno quarti a fine campionato e sarebbe il miglior piazzamento in Premier del club dal 2015-16, quando finirono secondi. Per loro sarebbe anche la prima volta da allora davanti al Tottenham in classifica. Per Conte, l’Arsenal è sempre un pericolo: l’allenatore degli Spurs ha vinto solo una delle otto sfide con i Gunners in tutte le competizioni (4N, 3P), tutte col Chelsea tra il 2016 e il 2018. Tra le squadre affrontate almeno cinque volte nella sua carriera da tecnico contro nessuna ha una percentuale di vittorie inferiore rispetto ai Gunners (12.5%).

Precedente Dieci squalificati: Ribery e Radunovic per rissa in panchina. Mancini out un turno Successivo Giulio Zeppieri/ "Esordio per caso agli Internazionali, esperienza pazzesca"

Lascia un commento