Conte al Napoli, Alessio rivela: “Accetterà solo se…”

In casa Napoli si pensa al futuro. La stagione in corso può regalare ancora poche soddisfazioni, quindi meglio guardare alla prossima. Per la panchina, il nome ricorrente è quello di Antonio Conte e del suo possibile arrivo a Napoli ne ha parlato Angelo Alessio, storico vice dell’ex Juve.

Conte al Napoli, le parole di Alessio

Queste le sue parole ai microfoni di Radio CRC: “Conte lo conosciamo tutti, vive le partite in maniera incredibile. Con lui ho vissuto momenti belli, faticosi, ma vittoriosi.  Conte potrebbe dire sì al Napoli se troverà in quello azzurro un progetto in cui si punti a mantenere un livello tecnico di squadra importante quindi potersela giocare per vincere però ahimè se Osimhen, come leggo, andrà via questa estate è difficile a oggi preventivare un arrivo di Conte a Napoli. Conte andrà in una società in cui ci sarà un progetto in cui si lotti per vincere. Se De Laurentiis prende Conte, sa benissimo che avanzerà delle richieste poi è chiaro che toccherà alla società prendere il giocatore funzionale al gioco che l’allenatore vorrà fare. Al momento sono tutte chiacchiere, ma certe cose vanno chiarite prima di iniziare un rapporto che altrimenti poi diventerebbe difficile strada facendo”. 

Alessio parla del progetto Napoli

Alessio continua: “Negli anni De Laurentiis ha portato il Napoli in alto, dallo scudetto vinto però, si è arrivati all’ottavo posto, a 7 punti dalla zona Uefa ed è incredibile. La società quest’anno ha sbagliato tanto, ma De Laurentiis credo voglia tornare ad alti livelli e qualcosa dovrà fare. Se dovesse riuscire a prendere Conte, tante cose le risolverrebbe. Conte chiederebbe garanzie tecniche, una base il Napoli ce l’ha quindi si tratterebbe poi di prendere quei giocatori giusti che serviranno per lottare per lo scudetto. Leggo che il Napoli cerca anche un direttore sportivo, un direttore generale, ma non sarà semplice prenderli. Uno come Marotta o di quel livello ce ne sono pochi per cui diventa anche difficile per il Napoli prendere un direttore di questo tipo.  Quando si vince e si manda via l’allenatore scatta già il primo campanello di allarme”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lukaku e Immobile, sveglia: Roma-Lazio è l'ultima chiamata Successivo Napoli, novità su Kvaratskhelia e Ngonge: le ultime in vista del Monza

Lascia un commento