Consigli fantacalcio, chi schierare: formazioni e indisponibili 14ª giornata

CAGLIARI-SALERNITANA (venerdì 26 novembre, ore 20.45)

Mazzarri pronto a confermare la coppia d’attacco Joao Pedro-Keita, supportata a centrocampo da una linea a quattro composta da Nandez, Marin, Strootman (o Grassi), Dalbert (o Deiola) e da una seconda linea a quattro difensiva con Ceppitelli e Carboni centrali, Bellanova e Lykogiannis sulle fasce.

Colantuono non ha convocato Ribery, vittima di un fastidio al ginocchio sinistro. Questo il 4-4-2 verso il quale è orientato l’allenatore: Veseli, Gyomber, Gagliolo, Ranieri; KecridaLassana Coulibaly, Di Tacchio, Zortea; Bonazzoli (o Gondo), Simy (o Djuric).

EMPOLI-FIORENTINA (sabato 27 novembre, ore 15)

Andreazzoli ritrova Stojanovic per la fascia destra della difesa a quattro completata da Romagnoli, Luperto (o Tonelli) e Marchizza; in mediana rilancio di Ricci con Haas e Bandinelli, dietro al solito trequartista Henderson che per il momento ha scalzato il talentuoso Bajrami. La coppia d’attacco del 4-3-1-2 dovrebbe essere composta da Di Francesco e Pinamonti dato che Cutrone non è al meglio.

Dopo l’impresa casalinga contro il Milan, Italiano ritrova anche i difensori centrali titolari: Milenkovic e Martinez Quarta comanderanno infatti la retroguardia viola, ai loro lati ci saranno Odriozola e Biraghi. Bonaventura, Torreira e Castrovilli tesserano le trame del centrocampo, mentre il tridente sarà guidato da Vlahovic e completato da due tra Nico Gonzalez, Saponara e Callejon

SAMPDORIA-VERONA (sabato 27 novembre, ore 15)

D’Aversa recupera Yoshida e Gabbiadini, ma solo il primo dovrebbe partire dal 1′ contro il Verona; il secondo si gioca il posto con Thorsby perché la coppia Quagliarella-Caputo offre buone garanzie. Adrien Silva ed Ekdal sono i due candidati principali per agire da centrocampisti centrali.

Non cambia molto il temibile Verona di Tudor: Dawidowicz, Gunter e uno tra Ceccherini e Casale in difesa; Faraoni, Tameze, Veloso e Lazovic a centrocampo; Barak e Caprari a supporto di Simeone. Sulla via del recupero Ilic.

JUVENTUS-ATALANTA (sabato 27 novembre, ore 18)

Allegri chiamato a vincere per recuperare terreno in campionato e dimenticare la sonora sconfitta per 4-0 in casa del Chelsea. In attacco con Morata torna dal 1′ Dybala, dietro di loro Chiesa, McKennie, Locatelli e Rabiot; in difesa Cuadrado, De Ligt, Bonucci ed Alex Sandro. Attenzione ai recuperi di Chiellini Bernardeschi che insidiano i titolari. Out Ramsey e Danilo.

Gasperini risponde con Toloi, Palomino e Djimsiti (o l’ex Demiral) nel terzetto difensivo; sulle fasce Mahele a destra e Pezzella a sinistra, anche se l’infortunio di Zappacosta sembra essere meno grave del previsto. Freuler e De Roon nel cerchio di centrocampo con la solita insidia Koopmeiners. Rebus nel reparto avanzato: Pasalic (o Pessina), Ilicic (o Malinovskyi), Zapata (o Muriel).

VENEZIA-INTER (sabato 27 novembre, ore 20.45)

Zanetti orientato a confermare totalmente la formazione titolare dell’ultima partita, vinta per 1-0 in casa del Bologna. Gli unici ballottaggi sono: Haps-Molinaro e Ampadu-Kiyine.

Simone Inzaghi potrebbe variare la formazione-tipo dando spazio a Dumfries, Dimarco e Vidal che farebbero rifiatare Darmian, Perisic e Calhanoglu, ma prima di fare turn-over ci penserà bene. A rischio anche Bastoni e Lautaro, insidiati da D’Ambrosio e Correa. Indisponibili De Vrij e Sanchez.

UDINESE-GENOA (domenica 28 novembre, ore 12.30)

Gotti schiera Becao e Nuytinck al centro della difesa, Udogie e Samir terzini; Makengo e Walace pronti a far filtro e supportare una trequarti composta da Deulofeu, Peryra e Molina; Beto punta centrale. Scalpitano Arslan, Samardzic e Pussetto

Shevchenko spera di recuperare Destro e Fares, ma dovrebbe ancora puntare su un 3-5-2 con Biraschi, Vasquez e Masiello; Sabelli, Sturaro, Badelj, Rovella e Cambiaso; Ekuban e Pandev.

MILAN-SASSUOLO (domenica 28 novembre, ore 15)

Giroud si aggiunge alla lista degli indisponibili con cui Pioli è costretto a fare i conti. Contro il Sassuolo pronti Kalulu, Romagnoli (o Tomori se recupera) e Theo Hernandez; Kessié (o Bennacer) con Tonali in mediana; Saelemaekers (o Florenzi), Brahim Diaz e Leao sulla trequarti dietro l’unica punta Ibrahimovic. Dopo il fondamentale gol in Champions, Messias inizia a scalare prepotentemente le gerarchie.

Dionisi difficilmente recupererà Boga e Djuricic, sostituiti ancora da Traoré e Raspadori, che quindi libera il ruolo di punta centrale per Scamacca. L’unica alternativa nel reparto offensivo resta Defrel. A centrocampo Frattesi è squalificato, spazio dunque a Matheus Henrique con Maxime Lopez. In difesa ballottaggio Chiriches-Ayhan

SPEZIA-BOLOGNA (domenica 28 novembre, ore 15)

Rispetto alla formazione che ha perso contro l’Atalanta Thiago Motta dovrebbe cambiare solo due pedine: Nikolau torna in difesa al posto di Hristov e uno tra Antiste e Strelec sostituirà lo squalificato Gyasi, completando così il tridente con Verde e Nzola.

Potrebbe non cambiare invece Mihajlovic, che pure deve riscattarsi dal ko casalingo dell’ultima giornata. I suoi dubbi riguardano la corsia esterna del 3-4-2-1 (Orsolini in vantaggio su Mbaye) e Viola che invece insidia uno tra Svanberg e Dominguez.

ROMA-TORINO (domenica 28 novembre, ore 18)

Mourinho, reduce dalla larga vittoria in Conference League, medita il ritorno alla difesa a quattro, complice il rientro dell’esterno sinistro Vina. Le indisponibilità di Cristante e Villar (Covid), le precarie condizioni di Pellegrini e la squalifica di Veretout lasciano però molti dubbi al tecnico portoghese che potrebbe anche affidarsi a Darboe (o Mancini) in mediana. Le buone notizie arrivano dal ritrovato Smalling e da Zaniolo e Abraham, apparsi in grande spolvero.

Juric è tentato da Vojvoda, che potrebbe far rifiatare uno tra Singo e Ola Aina sulle fasce, mentre Ansaldi è ancora indisponibile così come Rodriguez, Mandragora e Verdi. Rischiano un turno di riposo anche i trequartisti: Pjaca e Linetty insidiano Brekalo e Praet

NAPOLI-LAZIO (domenica 28 novembre, ore 20.45)

Spalletti deve fare i conti con il grave infortunio di Osimhen, le indisponibilità di Anguissa, Politano Ounas e i fastidi che hanno frenato in settimana Ruiz ed Insigne, che però dovrebbero farcela. Pronti a dare una mano anche il recuperato Demme e lo scatenato Elmas. In avanti Lozano agirà sulla destra mentre sarà staffetta tra Mertens e Petagna per il ruolo di prima punta.

Sarri ha vinto e convinto in Europa League, dove è tornato titolare Immobile autore di una doppietta dal dischetto. Dopo il turn-over effettuato a Mosca, il tecnico dovrebbe schierare nella “sua” Napoli i titolarissimi con l’unico dubbio nel cuore del centrocampo dove Leiva è in ballottaggio con Cataldi. Zaccagni pronto a subentrare, così come Basic. Ancora out Marusic (Covid).

Pronto a schierare la tua fantaformazione su MisterCalcioCup?

Precedente Milan, Pioli resta fino al 2023 Successivo Juric e le frasi su Mourinho che accendono Roma-Torino

Lascia un commento