Con Acqua Lete l'amore per il calcio diventa un inno

Acqua Lete, brand leader delle acque minerali effervescenti naturali e Premium Partner delle Nazionali Italiane di Calcio dal 2015, realizza una nuova campagna pubblicitaria con la quale scende in campo al fianco di tutti gli italiani che vivono il calcio ogni giorno.
La campagna, che mette in risalto valori come il gioco di squadra, la passione per il calcio e l’inclusività, è affidata alla voce di un testimonial d’eccezione, il giovane talento Sangiovanni, che ha scritto e inciso un brano completamente inedito, in cui il contenuto si veste dell’inconfondibile stile dell’artista.
La canzone, sulla base del concept della creatività firmata dall’agenzia Wunderman Thompson, diventa così una dichiarazione d’amore per lo sport che – proprio come fa Acqua Lete – unisce tutta l’Italia, abbracciando non solo chi lo gioca ma chiunque lo viva a proprio modo, dalle mamme sugli spalti ai gamer nelle loro camerette.
La campagna multicanale, destinata a svilupparsi nel corso dei prossimi 3 anni nei diversi formati per la tv, il web, la radio e i canali social, sarà lanciata attraverso un film/videoclip dai toni suggestivi ed emozionanti, che vedrà tra i protagonisti Sangiovanni, gli Azzurri, le Azzurre e gli amanti del calcio ritratti nella vita di tutti i giorni. La canzone, il videoclip e tutta la campagna stampa si basano, infatti, sull’unione tra i calciatori e le calciatrici di tutte le Nazionali italiane di calcio, di cui Lete è orgogliosa di essere sponsor, ed i loro tifosi, secondo il claim “Chi vive il calcio beve Acqua Lete”.
Previste, infine, una serie di attività digital e social che culmineranno in una challenge per gli utenti di TikTok, che potranno avere la possibilità di duettare con Sangiovanni sulle note della canzone contribuendo a renderla così un vero e proprio inno al calcio e a chi lo ama.

Società Generale delle Acque Minerali Spa

Il marchio Lete è un marchio storico: la sua prima apparizione sul mercato risale al 1893 quando la Società Lete incomincia ad imbottigliare l’eccezionale acqua minerale della omonima sorgente.
Pochi anni dopo ottiene i primi riconoscimenti a livello internazionale, con il Grand Prix di Parigi e l’Honour Prize di Londra del 1906.
All’inizio degli anni ’80 Acqua Lete viene acquisita dalla Società Generale delle Acque Minerali (SGAM) che, attraverso indovinati investimenti in nuove tecnologie, percorre la strada della modernità anticipando le richieste del complesso mercato del beverage.
SGAM Spa affianca a quella in vetro la produzione in PET, realizzando un’azienda di imbottigliamento all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e organizzativo, e vincendo la grande sfida di lanciare e distribuire le sue acque minerali Lete, Prata e Sorgesana su tutto il territorio nazionale.
L’azienda conta 11 linee produttive (otto per prodotto in PET, due per prodotto in vetro ed una in alluminio) ed è socio fondatore di Coripet – Consorzio autonomo di gestione degli imballaggi in PET per liquidi alimentari riconosciuto dal MATTM.

[embedded content]


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Derby di Coppa Italia, Pellegrini carica la Lazio. Kristensen punta la finale Successivo Arbitri e Var: quanto guadagnano in Serie A?