Commisso, rispetto per Iachini: “Sì, meritava di restare, poi i risultati…”

Il presidente della Fiorentina sull’avvicendamento di allenatori: “Mi devo ancora sedere con Prandelli e parlare a lungo. Spero che faccia bene e poi vedremo per il futuro. Abbiamo una buona squadra, ne sono convinto”

“Mi accusano di aver sbagliato a tenere Montella prima e Iachini poi. Ma io credo che sia giusto dare delle opportunità quando uno se le merita”. Dagli States torna a parlare il presidente viola Rocco Commisso, partendo dalla guida tecnica appena cambiata. “Iachini aveva il contratto anche per quest’anno e visti i risultati ho deciso, insieme ai miei dirigenti, di dargli un’altra opportunità. Chi mette i soldi ed è il padrone, ha il diritto di decidere. De Rossi? Non ci ho mai parlato, l’ho visto solo in tv. Juric? Finimmo a pari merito con il Verona, ma Iachini aveva una media punti più alta. Chi mi assicurava che Juric avrebbe fatto meglio di Iachini? Iachini meritava di restare. Poi i risultati contano, in questa stagione non sono arrivati e abbiamo deciso di prendere Prandelli. Con lui ho parlato non più di dieci minuti, mi devo ancora sedere con Prandelli e parlare a lungo perché sono negli Usa. Spero che faccia bene e poi vedremo per il futuro. Abbiamo una buona squadra, ne sono convinto”. Infine anche una battuta su Federico Chiesa. “Ancora non mi ha mai chiamato per salutarmi”.

Investimenti

—  

“In un anno e mezzo – ha detto a Lady Radio – nonostante il covid, abbiamo speso 170 milioni per l’acquisto della società, 50 milioni di sponsorizzazione con Mediacom, più l’investimento sul centro sportivo (tra i 70 e gli 80 milioni, ndr) . Sono oltre 300 milioni, con un monte ingaggi complessivo passato dai 48 milioni della gestione precedente a 70. Non so se vi rendete conto. Troppa gente ci insulta a prescindere solo perché voleva lavorare qui e non riuscendoci poi parla, dà opinioni e ci offende. Io ci metto soldi e cuore, ma per questa gente sbaglio a prescindere. Io chiedo solo di darmi tempo”.

Crisi calcio e stadio

—  

“Ci sono tantissime società che con i danni economici dati dal Covid stanno rischiano la propria esistenza. Io non faccio promesse che non posso mantenere. Ma una cosa vi assicuro. Con Rocco presidente nessuno si preoccupi che la Fiorentina possa fallire. Poi con questi ricavi sicuramente non possiamo competere con chi ha 400 milioni di incassi. Solo aumentando i ricavi, ad esempio con lo stadio se me lo lasciano fare, possiamo avvicinarci. A proposito. Visto che i soldi sono miei, il Franchi lo voglio rifar tutto e più bello. Altrimenti se non posso rifarlo tutto come voglio io, non se ne fa nulla. E senza aumento di ricavi non arriveremo mai dove voglio arrivare. Andar via se non mi faranno fare lo stadio? È impossibile rispondere ora a questa domanda. Io voglio portare Firenze al livello che merita”.

Precedente Il tifoso Pannofino: "Adoro Luis Alberto, Inzaghi arma in più per la mia Lazio" Successivo DIRETTA/ Olbia Lucchese (risultato 0-0) video streaming tv: Tornaghi para tutto!

Lascia un commento