Coming out nel calcio, Lahm: “Solo insulti, chi lo accetterebbe?”

“Ancora manca la capacità di accettare, nel mondo del calcio e nella società in generale”. Non ha dubbi Philipp Lahm quando parla di omosessualità, e come dargli torto. Nella sua autobiografia, di cui la Bild ha pubblicato qualche stralcio, l’ex Bayern Monaco sottolinea come sia complicato per un giocatore fare coming out. Per quanto un calciatore possa essere maturo al punto da dichiarare la propria omosessualità, “non potrebbe contare sulla stessa maturità nei suoi avversari o sui campi, dovrebbe sopportare insulti. Lo accetterebbe?”, spiega Lahm, che poi sul coming out dell’ex Lazio e suo connazionale Thomas Hitzlsperger aggiunge: “È stata una scelta prudente farlo dopo il ritiro”.

Precedente Il primo Derby d'Italia della giornata è bianconero: la Juve donne vince 3-0 Successivo Genoa, Criscito prova il recupero per sfida col Verona

Lascia un commento