Colpi di pistola in aria e minacce di morte a Di Maria: due arresti

La Polizia Federale Argentina ha arrestato le persone sospettate di aver minacciato di morte la famiglia di Angel Di Maria nel condominio dove vivono, tra gli altri, i genitori del giocatore del Benfica. Fermati un uomo e una donna, che erano in possesso di armi e droga (135 grammi di cocaina). Il loro veicolo era già stato individuato un paio di giorni fa incrociando le immagini della videosorveglianza con quelle di altre indagini in corso.

Minacce di morte a Di Maria: cosa è successo

Il caso ha creato un grande impatto nazionale perché si interseca con un problema di sicurezza nazionale e con la forte ricomparsa di reti di traffico di droga e legami con i tifosi di calcio. Come riportato da A Bola, lunedì scorso un’auto era entrata nel quartiere di Funes, a 8 chilometri da Rosario, dove vive la famiglia del campione del mondo, saparando quattro colpi di pistola in aria e lasciando un biglietto intimidatorio in cui minacciava Di Maria che se fosse tornato al Rosario Central dopo aver rescisso il contratto con il Benfica qualcuno della sua famiglia sarebbe morto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Juve, Djalo duro su Miretti: “La prossima volta meno forte” Successivo Tecnico esonerato dal club di futsal: "Pesanti insulti razzisti, chiediamo scusa"

Lascia un commento