Colantuono: “Reazione ok, ma ci siamo spaventati. La sosta ci serve come il pane”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Salernitana, Stefano Colantuono, a margine del match contro la Lazio di Maurizio Sarri

Ko pesante dalla Salernitana in casa della Lazio di Maurizio Sarri. Tre i gol inflitti dai biancocelesti a Ribery e compagni che occupano attualmente la penultima casella della classifica di Serie A. Tanto da analizzare per il tecnico granata, Stefano Colantuono, che è intervenuto in conferenza stampa a margine del match dell’Olimpico per fare il punto sulla condizione in cui riversa la Salernitana. Di seguito, le sue dichiarazioni.

MATCH– “Tra noi e la Lazio c’è molta differenza. Siamo partiti bene ma dopo un disimpegno sbagliato ci siamo spaventati. E abbassati: è chiaro che contro la Lazio se ti abbassi troppo vai in difficoltà. Al primo errore grosso siamo stati puniti. Nel secondo tempo siamo entrati con fiducia, prendendo subito la traversa e il palo con Ribery: potevamo riaprire la partita, che si è chiusa con il 3-0 di Luis Alberto. Mi è piaciuta la reazione dopo l’intervallo, non era producente venire qui e fare scelte conservative”.

SIMY– “È un ragazzo molto disponibile. Abbiamo bisogno di lui: è stato acquistato, con un ingente investimento, per questo. Lo dobbiamo aiutare, l’ho cambiato perché avevo paura che perdesse la fiducia”.

SOSTA– “La pausa ci serve come il pane. Oggi siamo arrivati qui con 3 centrocampisti contati, dobbiamo recuperare dei giocatori”.

“Non vi nascondo che siamo un po’ obbligati nelle scelte perché siamo un po’ corti per via di diversi infortuni. In avanti abbiamo giocatori con determinate caratteristiche. Non abbiamo esterni offensivi e quindi utilizziamo Ribery a cucire tra centrocampo e attacco. Ho messo le due punte perché se vieni a Roma a giocare conservativo perdi uguale. Meglio provare a giocartela. Quando recuperiamo un po’ tutti potremo provare a variare qualcosa”, ha così chiosato l’allenatore della Salernitana.

Precedente Tudor esulta: “Orgoglioso di questi ragazzi, abbiamo meritato il pari” Successivo Immobile, gol e festa: il messaggio ai tifosi

Lascia un commento