Clamoroso in Coppa d’Africa: l’arbitro spinge il capitano del Mali, è bufera

BOUAKÉ (COSTA D’AVORIO) – Incredibile quanto accaduto allo ‘Stade de la Paix‘ di Bouaké, sede del quarto di finale tra Costa d’Avorio e Mali. Il successo per 2-1 dei padroni di casa passa decisamente in secondo piano quando, poco dopo il fischio finale, lo screzio tra il capitano Hamari Traoré e l’arbitro del match, l’egiziano Mohamed Adel, raggiunge il massimo livello di tensione.

Coppa d’Africa, Adel spinge Traoré: la ricostruzione

È il minuto 122′ quando l’ivoriano Diakité segna la rete del 2-1, decisiva per completare la rimonta dei padroni di casa che, tra l’euforia generale, si qualificano al penultimo atto del torneo. Un gol però che al contempo scatena l’ira dei giocatori del Mali: guidati da capitan Traoré, accerchiano l’arbitro chiedendo delucidazioni dopo la mancata assegnazione di un calcio d’angolo a loro favore nel finale di partita. Sentendosi minacciato, il direttore di gara spinge il giocatore più vicino a se, Hamari Traoré, mandando su tutte le furie i ragazzi del ct Chelle.

Coppa d’Africa, Traoré scortato fuori dal campo

Le immagini scatenano la bufera, facendo il giro del mondo: dopo essere stato espulso, il difensore della Real Sociedad perde la testa, cerca il contatto fisico con l’arbitro ma viene prontamente allontanato dai compagni e dagli assistenti del direttore di gara che evitano il peggio, scortandolo fuori dal campo. Il 32enne rischia ora una lunga squalifica ma le attenzioni sono tutte rivolte al comportamento dell’arbitro Adel: ogni decisione spetta infatti alla Federcalcio africana che dovrà giudicare l’operato dell’egiziano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Hamrin, l'Avvocato e Pelé: un romanzo di dribbling e gol Successivo Il pronostico a sorpresa di Pioli per Inter-Juve: "Fatemi un favore"

Lascia un commento