Ciclismo, al via domenica 14 aprile il trittico delle Ardenne. Tre classiche nel cuore dell’Europa

Al via domenica 14 aprile il “Trittico delle Ardenne”, tre corse storiche del circuito ciclistico europeo; una galoppata in una regione collinare coperta di foreste che si estende in tre Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo.

Teatro di tre grandi battaglie durante le due guerre mondiali, oggi teatro delle più forti squadre di ciclismo. Sono infatti presenti tutte le 18 formazioni World Tour, la serie A delle due ruote. Tre gare in una settimana, tre frazioni in un crescendo rossiniano: due super classiche (Amstel e Freccia Vallone) e gran finale domenica 21 con la Monumento di Liegi. Massima copertura televisiva per una settimana che coinvolge milioni di appassionati . Vediamo.

Amstel Gold Race (domenica 14 aprile)

Sulle strade olandesi si corre la classica che sta proprio in mezzo tra la fine della stagione del pave’ e quella dell’inizio dei grandi Muri. Corsa di quasi 250km., partenza da Maastricht e arrivo a Berg En Terblijt, una località vicina a Valkenburg. Sono ben 33 i Muri che i corridori dovranno affrontare lungo tutto il percorso. È sicura la presenza di Van Der Poel che cercherà di entrare nella storia provando a vincere anche questa corsa dopo la doppietta Fiandre-Roubaix. Non ci sarà il campione uscente Tadej Pogacar che l’anno scorso è stato protagonista di una straordinaria azione ai -80km., per poi involarsi da solo nel finale a braccia alzate.

Freccia Vallone (mercoledì 17 aprile)

Tappa di 199,1 km. La Classica belga caratterizzata dall’arrivo in cima al Mur de Huy, cuore pulsante della gara. Partenza da Charleroi, centro principale dell’area denominata “ Paese nero”, sud del Belgio. Non parteciperà alla Freccia Vallone lo sloveno Primoz Roglic, reduce da una caduta al Giro dei Paesi Baschi.

Liegi-Baston-Liegi (domenica 21 aprile)

E la quarta Monumento (su 5) della stagione dopo San Remo, Fiandre, Roubaix. Tappa di 273 km. nata nel 1892. E la più antica tra le Classiche e per questo motivo è soprannominata “Doyenne” ( la Decana). Si svolge nella regione della Vallonia, una delle tre regioni del Belgio ( è la più grande). Gara tosta con 10 salite. Al via 25 squadre ma non ci sarà nessuna squadra italiana. Presenti tutte le 18 squadre Word Tour.

Precedente Blitz degli ultras della Juve a Superga: "Torino siamo noi!". Il club bianconero condanna Successivo Striscioni ultras a Superga: la dura condanna della Juventus