Chiusura calciomercato 2022/23: il taglio del nastro di Marotta

Col simbolico taglio del nastro hanno preso il via stamani le tre giornate finali della sessione estiva del Calciomercato 2022-2023 che a distanza di 52 anni torna nella sede storica dell’Hotel Gallia a Milano dove nacque negli anni Cinquanta del secolo scorso su iniziativa del principe palermitano Raimondo Lanza di Trabia e di altri indimenticabili personaggi dell’epoca quali il ferrarese Paolo Mazza e il trevigiano Giuseppe “Gipo” Viani. 
All’inaugurazione hanno preso parte, fra gli altri, Giuseppe Marotta, amministratore delegato sport dell’Inter e presidente dell’Associazione Direttori sportivi e Segretari (A.Di.Se) organizzatrice dell’evento con Master Group Sport rappresentata nell’occasione dall’avvocato Antonio Santamaria, e l’avvocato Umberto Calcagno presidente dell’Assocalciatori. 
Il programma della giornata è proseguito con un talk show su “La storia del Calciomercato e le sue origini al Gallia” con gli interventi dell’avvocato Mattia Grassani, uno dei massimi esperti di diritto sportivo, e del giornalista Franco Morabito.

Precedente Fiorentina, Italiano: "Udinese? Dobbiamo recuperare energie" Successivo Galtier: “Paredes alla Juve, ci siamo per Fabian Ruiz”. E convoca Navas

Lascia un commento