Chiesa-Yildiz, il nuovo dualismo che arricchisce la Juve

Allegri in Coppa Italia dà sempre più fiducia ai suoi giovani e viene ampiamente ripagato. E con la crescita del turco si ritrova con una meravigliosa abbondanza in attacco

non c’è neanche il tempo di esaltarsi per un Chiesa fantastico, tornato ormai mentalmente a Wembley per la gioia di Spalletti. Subito Juve-Salernitana stravolge il copione, proponendo un dualismo appena un mese fa insospettabile. Esce l’azzurro tra gli applausi, in pratica i primi tre gol li ha creati lui, nessuno è riuscito a fermarlo in oltre un’ora, entra Yildiz, e lo spettacolo continua a mille all’ora. Yildiz provoca l’autogol del 4-1, segna il 5-1 con uno slalom dai paragoni imbarazzanti, è pericoloso ogni volta che ha la palla. Per lo Stadium è già un idolo. Ora Allegri si ritrova una meravigliosa abbondanza in attacco.

Precedente Da Verona a Fiorenzuola: quando Pioli giocava col papà di Terracciano Successivo Indisponibili Serie A: infortunati e squalificati per la 19a giornata