Chiesa, tegola per i fantallenatori: ecco come provare a sostituirlo in rosa

Stagione finita per l’esterno della Juventus dopo la rottura del crociato. I fantallenatori perdono un top che però fin qui non aveva reso secondo le aspettative

Il verdetto è stato tremendo. Lesione al legamento crociato anteriore. Stagione finita per Federico Chiesa che salterà, quindi, anche gli spareggi per il Mondiale di marzo. A due anni da quel Roma – Juventus che vide k.o. sia Zaniolo che Demiral, ecco un altro infortunio pesante maturato sempre all’Olimpico e sempre agli inizi di gennaio. Come cambierà l’attacco della Juventus senza il numero ventidue bianconero?

Lungo stop, le statistiche di Chiesa

—  

Al netto dell’infortunio patito ieri, l’attuale stagione di Chiesa (27 crediti), in Serie A, non è stata brillante rispetto alla scorsa annata. Due gol e due assist in quattordici presenze per l’ex Fiorentina che, invece, era stato decisamente un fattore sotto la gestione Pirlo. Chiesa era appena rientrato dopo un infortunio che lo aveva bloccato ai box per cinque gare. Il 2022 dell’esterno bianconero era iniziato anche bene: una rete decisiva – contro il Napoli – e un assist per Dybala ieri, prima del grave infortunio che lo farà ritornare in campo nella prossima stagione.

Come cambia la Juve

—  

Allegri e i fantallenatori perdono un “top”. Chiaramente vi toccherà svincolarlo e decidere su chi puntare per il resto del campionato. Rimanendo in casa Juventus, a meno di movimenti di mercato, la sensazione è che avranno più spazio due “mancini” della rosa bianconera. Il primo candidato a rilevare Chiesa è senza dubbio Dejan Kulusevski (22 crediti) che ieri ha segnato il primo gol in campionato sbloccandosi in zona gol dopo un girone d’andata con tante ombre e poche luci. L’ex Parma e Atalanta ha grandi potenzialità ma, per il momento, non si è espresso al meglio nel contesto juventino alternando picchi geniali a gare evanescenti. Un altro calciatore, in procinto di guadagnare spazio, è Federico Bernardeschi (17 crediti), molto in palla nelle ultime giornate. A voi, quindi, la scelta pur consapevoli che rilevare Chiesa sia molto complicato dato il suo rendimento speciale in questa prima parte della sua carriera (181 presenze, 36 reti e 34 assist in Serie A).

Precedente Calciomercato Fiorentina/ Obiettivo Aramu, il Venezia respinge la proposta dei viola Successivo Ecco come il Barcellona ha aggirato il salary cap per tesserare Ferran Torres

Lascia un commento