Chiellini: “Koulibaly? Da italiano e toscano mi sono vergognato”

Anche alla vigilia della semifinale di Nations League tra Italia e Spagna, parlare di quanto accaduto a Koulibaly nell’ultima di campionato al Franchi è inevitabile. Giorgio Chiellini ci mette la faccia da capitano vero e replica così: “È una cosa inaccettabile, servono leggi e regole che vengano applicate, questa è la cosa più importante. Mi sono vergognato, come italiano e toscano, anche perché l’Italia per me non è un Paese razzista. Qualcosa in più va fatto, altrimenti da fuori diamo una brutta immagine di noi stessi”.

Bernardeschi: “Ritrovare la Spagna sarà emozionante”

Chiellini: “Ho sempre ammirato Sergio Ramos”

Il ricordo della partita contro la Spagna all’Europeo è ancora impresso nella nostra testa e nel nostro cuore, bisognerà restare lucidi fin dalla fase iniziare del match – ha continuato a proposito della sfida di San Siro – Abbiamo grande rispetto per la Spagna, dobbiamo gestire meglio le varie fasi della partita. La finale di Kiev è la gara che mi evoca peggiori ricordi, i migliori invece arrivano dalla semifinale dell’Europeo. Dove li abbiamo dominati di più, invece, è all’Europeo del 2016. Tra i giocatori spagnoli, chi ho sempre ammirato e non l’ho mai nascosto è Sergio Ramos”.

Chiellini: “Non sono l’Ibra dei difensori”

In sei della Juve? Siamo più italiani, ci sono tanti italiani in corsa e quindi il mister ha più scelta. È una questione matematica. Non sono l’Ibra dei difensori, Zlatan è Zlatan. È un’entità talmente alta che la lasciamo star lì. Io questa vecchiaia calcistica me la sto godendo, mi diverto e vediamo dove arriverò con tanti ragazzi che mi danno energie. Non aver vinto a livello europeo non mi pesava, ma le emozioni vissute sono state una carica indescrivibile. Mi hanno dato una grande spinta per essere sempre qui e avere quella leggerezza nell’affrontare partite e situazioni in questo modo”.

Precedente Cabrini spinge i bianconeri: "Solo al 30% del potenziale, bisogna alzare l’asticella” Successivo Mancini: "Nations League? Siamo le quattro migliori d'Europa"

Lascia un commento