Chiellini cosa farà da grande? Intanto ha chiamato Koulibaly

Del post carriera del capitano della Juve ha parlato il suo procuratore, Davide Lippi. Mentre il difensore è tornato sull’episodio di razzismo parlando con Dazn: “Mi sono vergognato. da italiano e da toscano”

Nessun annuncio né decisione ufficiale. Però durante il Social Football Summit in corso a Roma Davide Lippi, figlio dell’ex ct Marcello e agente di Giorgio Chiellini, ha regalato quella che potrebbe essere un’anticipazione: “Penso che Giorgio farà il dirigente, ma per il momento è meglio che giochi, quando non lo fa ci sono sempre problemi. Le aziende hanno voluto investire su di lui perché hanno ritrovato nell’uomo Chiellini dei valori in cui si rispecchiano”.

Una voce contro il razzismo

—  

A partire forse dalla nitida posizione di Chiellini intorno al razzismo nel calcio, di cui ha parlato in un’intervista a Dazn: “Thuram dice che anche i giocatori bianchi devono farsi sentire sul razzismo? Certo, ha ragione! Sono stato compagno di squadra di Thuram e so come la pensa. Ultimamente, ho chiamato al telefono Kalidou Koulibaly dicendogli quanto mi sia vergognato da italiano e da toscano per quanto accaduto a Firenze. Sono convinto che siano necessari gesti concreti e che sia importante essere vicini a compagni e avversari: da parte nostra servono gesti forti. Io sono pronto, ma penso che in molti lo siamo! Credo anche che servano leggi e regole. E che vengano poi applicate e rispettate”.

Precedente Van Persie: “Quella volta che Van Gaal mi diede uno schiaffo ai Mondiali...” Successivo Juve, Fagioli pronto a scalare le tappe di Allegri. E la società lo blinda

Lascia un commento