Chi torna, chi (non) esce, chi aspetta: Juve, la partita del quarto difensore è aperta

Demiral vuole più spazio ma le offerte non soddisfano, Rugani è rientrato e Dragusin è in rampa di lancio: alle spalle di Chiellini, Bonucci e De Ligt che si divideranno le maglie da titolari, resta da decidere chi completerà il reparto

Prove di convivenza già in corso, valutazioni e incastri presto daranno forma al nuovo reparto difensivo della Juventus, che in quella zona di campo ha da sfoltire e non da completare come in altri reparti. L’Allegri bis parte da due titolarissimi più un capitano, quel Giorgio Chiellini che dallo scorso 30 giugno vive un’insolita attesa da svincolato pur avendo già ricevuto garanzie di conferma per un altro anno su esplicita richiesta di Max Allegri. Il numero tre bianconero condividerà la fascia di capitano con Leonardo Bonucci: i due sono legati da una forte amicizia extra campo (tant’è che stanno trascorrendo insieme le vacanze dopo le notti magiche azzurre all’Europeo) e hanno già condiviso la leadership nelle ultime stagioni.

CHI C’ERA

—  

Il futuro della retroguardia bianconera viene rappresentato da Matthijs de Ligt: per lui sarà la prima stagione con Allegri, la terza in bianconero che si apre con grande fiducia nei suoi confronti. Ecco perché il ruolo di quarto della difesa sta piuttosto stretto a Merih Demiral, che vorrebbe trovare un contesto meno chiuso per un ruolo da protagonista. Il club è disposto ad ascoltare per lui offerte intorno ai 40 milioni di euro, per adesso però sono pervenute solo richieste di prestito che non interessano.

LA FAME

—  

La verità che il mercato deve ancora entrare nel vivo, nel frattempo Radu Dragusin prova a conquistare Max alla Continasssa: il classe 2002 romeno sembra ormai fuori dalla trattativa per Locatelli, il ruolo di quarto nel reparto per lui sarebbe un altro grande salto in avanti di inizio carriera. Chi il ruolo di riserva lo ha già occupato, e sarebbe pronto a rifarlo, è Daniele Rugani, che ha qualche offerta in A e dall’estero ma per adesso è stato bloccato dalla Juve in attesa di capire cosa succederà in uscita. In caso di cessione di Demiral, ipotesi più accreditata, tra il giovane Dragusin e il veterano Rugani si potrebbe dunque innescare un sana concorrenza per diventare la prima riserva di De Ligt, sempre che di tanto in tanto Allegri non voglia ripescare la difesa a tre e dunque aggiungere un posto a tavolo. La fame, in tal senso, farà la sempre la differenza nel corso delle settimane in allenamento.

Precedente Roma, difesa nel mirino. A Mou serve un centrale? Successivo Parma, buon esordio per Maresca: 2-0 allo Stegen Stegona alla prima uscita stagionale

Lascia un commento