Chi gioca in Coppa Italia? Staffetta CR7-Morata e tanti giovani…

Contro il Genoa spazio alle seconde linee, si rivedrà Bernardeschi e tanti ragazzi scalpitano. Da Dragusin a Da Graca, ecco chi potrebbe scendere in campo

Juventus incerottata a San Siro contro l’Inter domenica sera? Dipenderà da McKennie e, soprattutto, Dybala. Perché è in attacco che Pirlo dovrà centellinare gli uomini e le forze, considerando inoltre l’impegno di mercoledì in coppa Italia, contro il Genoa. Entrambi si sono sottoposti agli esami questa mattina al J Medical (presente per le visite mediche Abdoulaye Dabo, centrocampista classe 2001 del Nantes), confermate le sensazioni a caldo dopo il 3-1 di ieri sera dal quale i due sono usciti infortunati: lo statunitense dovrebbe essere a disposizione contro i nerazzurri (in coppa Italia andrà al massimo in panchina), più difficile il recupero dell’argentino, zoppicante in maniera vistosa. Attesa, per motivi diversi, anche per Alex Sandro e Cuadrado, fermati dal Covid-19: tra giovedì e venerdì servirà un tampone negativo, mentre De Ligt sarà sicuramente ai box. A questo punto, in coppa Italia, quale undici potrebbe proporre il Maestro?

GIGI, BERNA E STAFFETTA? Senza la Joya, in attacco possibile una staffetta con Ronaldo in campo dall’inizio e Morata – non ancora al 100% dopo il risentimento muscolare alla coscia destra accusato il 2 gennaio, alla vigilia di Juventus-Udinese – dentro nella ripresa (scalpita anche Da Graca). Probabile l’utilizzo di Kulusevski come seconda punta, a centrocampo appare certo l’impiego di Rabiot, Arthur e magari Bentancur (Portanova verso il Genoa) con Bernardeschi e Frabotta sugli out esterni. In difesa, davanti a Buffon, pronti Demiral e Chiellini con Bonucci che potrebbe giocare solo una parte di match (nel secondo tempo spazio per Dragusin?). Si prospetta un turno di riposo per lo stacanovista Danilo.

GESTIONE IN OTTICA INTER – Considerando il k.o. di Dybala, vengono meno i piani di Pirlo, che inizialmente avrebbe voluto evitare a Morata i minuti contro il Sassuolo per poi farlo “scaldare” proprio contro il Genoa – magari in un cambio con lo stesso Paulo – in vista dell’Inter. Domenica, invece, il tecnico si affiderà al miglior undici possibile (altri infortuni permettendo) con il rientro di Szczesny in porta, di Danilo in difesa e di Chiesa (la cui botta subita contro il Sassuolo non preoccupa) più avanti. E magari quelli di Alex Sandro e Cuadrado: in tal caso, l’attuale emergenza (quasi) totale non ci sarebbe più.

Precedente Capello: "Il Papu dove andrà farà bene. L'Atalanta di Gasp? Mi piace, anche se..." Successivo Daily Mail: "Pogba nel mirino del Paris Saint-Germain"

Lascia un commento