Chi è Iling-Junior, l’esterno che la Juve ha pescato giovanissimo dal Chelsea

Il laterale mancino è passato dal Chelsea alla Juve nell’estate 2020 e ora è uno dei punti di forza della formazione Primavera di mister Bonatti

Nove anni nella cantera del Chelsea non si possono certo dimenticare in novanta minuti. Ma Samuel Iling Junior proverà a lasciare da parte i sentimenti, oggi, nella sfida che la Juve affronterà nel pomeriggio in Youth League. Il laterale classe 2003 sarà l’ex della partita, particolarmente sotto i riflettori per via dei progressi fatti da quando è arrivato a Torino, nell’estate 2020.

PROSPETTO

—  

Mancino, dallo strapotere fisico impressionante, con tiro, dribbling e quanto possa bastare per farlo collocare di diritto in cima alla lista dei giovani da tenere maggiorente sott’occhio nella formazione di mister Bonatti, che dalla passata stagione fa un lavoro importante sui singoli per il futuro del club. Quando Iling decise di non rinnovare il rapporto con il Chelsea, la Juve lo strappò soprattutto alla concorrenza del Bayern Monaco, ma anche PSG e Borussia Dortmund si erano mosse sulle sue tracce. La Signora prospettò il percorso più convincente facendo sponda sull’opportunità di completare la trafila giovanile nella Seconda squadra Under 23, dandogli l’opportunità di mettersi definitamente in vetrina per il salto definitivo nel calcio che conta.

PERCORSO

—  

In questa stagione è sceso in campo tredici volte, mettendo a segno due reti e confezionando quattro assist. E oltre a dare sfogo alla sua propensione offensiva è migliorato tanto anche dal punto di vista difensivo, senza palla. L’Under 23 l’ha già assaporata: prima convocazione di Zauli nella passata stagione, dal prossimo anno sarà lì in pianta stabile. Intanto cresce sulle indicazioni di Bonatti, in Primavera, e aumenta il suo bagaglio tecnico strada facendo. Oggi un salto nel passato: “Essere al Chelsea sin da giovane mi ha davvero fatto crescere, non solo come calciatore ma anche come uomo”, scrisse con riconoscenza sui social dopo il suo addio a Stamford Bridge. Quel “viaggio benedetto” ora prosegue in bianconero, e aumenta sempre più le aspettative.

Precedente Young Boys-Atalanta, streaming o diretta tv: dove vedere la partita di Champions League (data e orario) Successivo Frattesi, un turno per bestemmia: niente Milan. Inter: 12mila euro di multa per i cori razzisti

Lascia un commento