Chi è Fabio Miretti. “Pronto per stare tra i grandi”, dice di lui Allegri.

Il sogno del centrocampista classe 2003 di Pinerolo, cresciuto nel vivaio bianconero, continua

Fabio Miretti ora va veloce. Nell’ultimo periodo il talentino cresciuto nel vivaio bianconero ha collezionato sia il debutto in prima squadra in Champions contro il Malmoe sia quello in Serie A con la Salernitana (3′ giocati). Ma Max Allegri gli tiene gli occhi addosso. Lo segue. Lo apprezza: “È un ragazzo che conosce il calcio e pronto per stare tra i grandi”, ha detto il tecnico di lui. E allora ecco che contro il Venezia allo Stadium Miretti vivrà anche la sua prima volta da titolare. Roba da stropicciarsi gli occhi.

home made

—  

Il centrocampista nato a Pinerolo ha i colori bianconeri tatuati nel cuore: la sua famiglia tifa Juve da sempre. A soli 8 anni sbarca nel settore giovanile della Vecchia Signora dopo le prime esperienze calcistiche con le maglie di Saluzzo e Cuneo. Per iniziare a scalarlo. Gioca centrocampista centrale, per poi avanzare la sua posizione. Nel 2019-20 si mette in mostra nell’Under 17 come trequartista: 16 gol e 6 assist in 17 partite sono un gran bottino. In questa stagione invece, trascina la Primavera allenata da Andrea Bonatti in Youth League fino alla semifinale persa ai rigori col Benfica. Ma Miretti gioca pure in Seconda squadra. E tra i professionisti da mediano strappa 26 gettoni, 3 reti e 4 assist.

alla continassa

—  

Insomma, le qualità tecniche ci sono tutte. E anche la testa: lavora sempre con impegno e sacrificio, mostrandosi più responsabile della sua età. Allegri nota tutto e lo fa quindi allenare stabilmente in prima squadra alla Continassa. Con McKennie e Locatelli out, Miretti può essere prezioso. E correre veloce. Anche da titolare della Juve. Scommettiamo che…

Precedente Cresce l'attesa per la finale Juve-Inter: i tifosi con fan token scelgono gli slogan per spogliatoi e campi Successivo Virginia Raffaele: "Né Roma, né Lazio, ma il tifo mi piace. Ibra è stupendo, ci farei un film"

Lascia un commento