Chelsea, Tuchel: “Lukaku? Valuteremo coi medici. Anche Havertz in dubbio”

Il tecnico tedesco non rassicura sulle condizioni dei due attaccanti: “Vogliamo vincere, ma senza correre rischi”. E Abramovich torna in tribuna

Dal nostro corrispondente Stefano Boldrini

22 novembre – Londra

Abramovich in tribuna, Lukaku forse – molto forse – in panchina. Due notizie alla vigilia del match contro la Juventus, quinta giornata della fase eliminatoria di Champions: il proprietario russo del Chelsea dalla primavera 2018 – periodo in cui gli fu negato il rinnovo del visto sul passaporto – si è fatto vedere poche volte allo Stamford Bridge, mentre l’ex centravanti dell’Inter ha partecipato ieri al primo allenamento dopo l’infortunio e oggi, dopo la seduta di rifinitura, Thomas Tuchel valuterà se inserirlo nella lista dei convocati.

Tuchel

—  

“Non sono sicuro di portarlo – l’ammissione dell’allenatore tedesco -, devo parlare con i medici prima di decidere. Non c’è solo il problema-Lukaku. Jorginho ha avuto un problema a Leicester, Kovacic è out e anche Havertz non sta troppo bene. Noi vogliamo vincere, ma senza correre rischi. Se la partita dovesse restare intrappolata nel pareggio, cercheremo i tre punti, ma senza correre rischi inutili”. Tuchel non ha voluto commentare l’esonero di Solskjaer: “Ho la testa nel Chelsea e nelle nostre cose. Posso solo dire che, per quanto mi riguarda, non esiste un posto migliore di questo per allenare. Sono fortunato a stare qui, per me è un luogo perfetto”.

Conteggi

—  

Chelsea, superato 1-0 a Torino il 29 settembre, basta un punto per qualificarsi, mentre un successo potrebbe riaprire la corsa per il primo posto nel girone. La Juve è già agli ottavi e vanta una migliore differenza reti rispetto ai Blues: + 7 contro + 5. Un buon motivo per affrontare la gara dello Stamford con attenzione, ma senza stress.

Precedente Italia, due positive al Covid. Bertolini: "Fondamentale la disponibilità di tutte" Successivo Milan, serve l’impresa: solo k.o. con l’Atletico e nessun successo in Spagna dal 2009

Lascia un commento