“Che fa Mourinho a Capodanno?” José aggiorna a Trigoria la frase-tormentone

L’allenatore della Roma, con la famiglia rimasta a Londra dopo il Natale, ha festeggiato con buona parte del suo staff e il diciottenne Felix, che abita nel convitto

“Che fa José Mourinho a Capodanno? Dorme, perché è un professionista”. La mitica battuta di “Vacanze di Natale 1983” riferita a Toninho Cerezo, che puntuale ritorna ogni 31 dicembre, ieri sui social è stata associata, da più di qualcuno, all’allenatore giallorosso. Il motivo? Semplice. Mou, in rigorosa tuta, ha festeggiato a Trigoria con buona parte del suo staff e il diciottenne Felix, che nel convitto ci abita. Con la famiglia rimasta a Londra dopo Natale, Mourinho ha voluto brindare con gli uomini che lavorano con lui ogni giorno e ha scritto su Instagram: “Adesso a lavorare e a preparare l’allenamento di domani”. Domani che sarebbe oggi, quando nel pomeriggio la squadra tornerà a Trigoria dopo i brindisi.

I CALCIATORI

—  

Un bel gruppo di giocatori ha festeggiato insieme al Cavalieri Hilton, in una sala con terrazza con vista su Roma (che non si vedeva causa nebbia). Karaoke, animazione per bambini, balli: erano presenti Pellegrini, Rui Patricio, Calafiori, Bove, Mancini e Cristante. Ibanez ha festeggiato, con preparatore e mental coach, a casa, così come Spinazzola (con amici storici e chef stellato), El Shaarawy (con fratello), Abraham (con fidanzata) e Veretout, con famiglia. Cena in un ristorante giapponese per Zaniolo, casa anche per Villar e Mayoral: tutti sono andati a dormire intorno all’una, tra cinque giorni c’è il big match di San Siro contro il Milan.

Precedente Cristiano Ronaldo sprona lo United: "Dobbiamo giocare meglio" Successivo Lazio verso il recupero di Acerbi, Zaccagni e la fidanzata bloccati a Dubai

Lascia un commento