Champions League a rischio per il Girona: “colpa” del… Manchester City

Il Girona rischierebbe di non giocare la prossima edizione della Champions League. A rilanciare la notizia è il Times, secondo cui la UEFA avrebbe chiesto ai proprietari del Manchester City di vendere parte della loro partecipazione nel club catalano se entrambi vorranno disputare la massima competizione continentale per club.

Il Girona e la quota di minoranza della City Football Group

Lo scenario che andrebbe configurandosi farebbe sì che, se il City Football Group non riducesse al di sotto del 30% rispetto al 47% attuale le quote di proprietà del Girona, la squadra di Michel non potrebbe giocare nella Champions League che si è conquistata sul campo contendendo per larga parte della stagione il titolo al Real Madrid. Se così fosse scivolarebbe in Europa League.

City Football Group e le regole della UEFA sulle multiproprietà

Il City Football Group (CFG), che dal 2022 ha rilevato anche la quota di maggioranza del Palermo, possiede il 100% del Manchester City e il 47% del Girona. Ovviamente la scelta di ridurre la partecipazione  nel Girona è la scelta più ovvia perché appare decisamente inverosimile una rinuncia a più del 70% delle quote del Manchester City. Le regole UEFA sulla proprietà di più club (MCO) per le competizioni europee della prossima stagione sono state inviate ai club questa settimana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Chi difenderà il titolo? Dal trionfo di Wembley a Germania 2024: gli undici superstiti Successivo Atalanta-Juve ore 21: dove vederla in tv, streaming e formazioni

Lascia un commento