Champions, andata dei quarti: Pep contro Haaland e Real-Liverpool

Si parte con City-Dortmund e la rivincita del 2018. A Madrid 19 coppe dei Campioni in campo. Mercoledì Porto-Chelsea e Bayern-Psg

Si riparte senza italiane. Di spunti, però, questa Champions ne offre sempre. E così sarà nei quarti di finale dove almeno due sfide, per storia, fascino e talento, varrebbero la finale. Analizziamo la vigilia delle gare d’andata che si giocheranno tra martedì e mercoledì.

Manchester City-Borussia Dortmund (martedì 6 ore 21)

—  

Al di là dell’attacco di Pep Guardiola a Fifa e Uefa (“Stanno uccidendo i giocatori”), l’incrocio tra City e Dortmund è affascinante per diversi aspetti, prettamente legati all’attualità. Perché l’allenatore spagnolo potrebbe sfidare il suo prossimo centravanti, Erling Braut Haaland. Il fenomeno ha più gol che partite in Champions (20 a 14) e in tutto con il Dortmund ne ha fatti 49 in 50 presenze. Però all’Etihad dovrà stare attento perché diffidato. Il norvegese, attraverso il padre e l’agente Mino Raiola, ha parlato con Barcellona e Real Madrid ma sembra improbabile che il City non ci provi vista anche la separazione da Sergio Aguero. Non ci saranno moine e convenevoli, il Dortmund (senza Sancho, Witsel e il nuovo baby fenomeno Moukoko) se la giocherà anche perché in Bundesliga viaggia a 7 punti dalla zona Champions e tentare l’impresa contro Guardiola (lanciato verso il titolo in Premier) può essere un buon modo per provarci. Anche perché Pep, a Manchester, non è mai andato oltre i quarti in questa competizione che ha vinto 3 volte con il Barça (2 da allenatore e una da giocatore).

Real Madrid-Liverpool (martedì 6 ore 21)

—  

Ci sono 19 coppe dei Campioni in campo (13 spagnole e 6 inglesi) e già questo basterebbe a dare il senso della sfida. Poi c’è quella tra Zidane e Klopp, l’atto secondo dopo la finale del 2018 (quella vinta dal Real e resa famosa dalla serata negativa di Karius in porta e dall’infortunio di Salah causato da Sergio Ramos). Ecco, il capitano non ci sarà così come Carvajal e Hazard. Ma ci saranno Modric, Kroos e Benzema, non male. Tra i Reds Diogo Jota è sull’onda, arriva dalla doppietta all’Arsenal e ha segnato 12 gol in 22 gare con il Liverpool. Ma c’è curiosità di capire come Klopp abbia raddrizzato la situazione (9 k.o. in 15 gare nel 2021) visto che arriva da tre successi di fila tra Champions e Premier. L’aria è carica di nubi sia sopra la testa di Zizou, sia sopra quella di Klopp e chi otterrà la semifinale le sposterà per qualche altra settimana.

Porto-Chelsea (mercoledì 7 ore 21)

—  

Il quarto meno interessante dal punto di vista storico e sotto il profilo tecnico. I portoghesi hanno fatto fuori la Juventus e non avranno l’attaccante Taremi per squalifica (espulso per doppia ammonizione nel ritorno a Torino). Sergio Conceicao sfrutterà l’occasione di giocarsi il quarto visto che in campionato lo Sporting vola a +7 (e una partita in meno). Thomas Tuchel ha un campionato ben più interessante da giocarsi visto che è in lotta per un posto Champions, però sa che un quarto così se lo sognava. Non avrà Kantè e forse nemmeno Pulisic, eppure parte favorito nonostante sabato sia arrivato il primo stop sulla panchina Blues (2-5 a Stamford Bridge contro il Wba).

Bayern-Psg (mercoledì 7 ore 21)

—  

La riedizione dell’ultima finale. E si fa la conta in casa parigina perché dopo Verratti anche Florenzi è risultato positivo al Covid. Pochettino non avrà nemmeno Paredes, squalificato, e Bernat. Più Danilo, Icardi e Kurzawa in dubbio e Neymar nervoso dopo il rosso incassato contro il Lilla (con k.o. incluso che è costato il primo posto ai parigini). Ma il brasiliano (occhio, è diffidato) ci sarà al fianco di Mbappè e appena dietro Kean. Il Bayern è sempre… il Bayern. Ha vinto in trasferta lo scontro diretto contro il Lipsia (+7 ora sul Red Bull) e ha infilato il 7° successo di fila tra tutte le competizioni. Ma il talento del Psg rende comunque la sfida equilibrata per una serie di motivi. Tra cui l’assenza di Lewandowski che toglie ai bavaresi un certo peso offensivo e al suo posto giocherà Choupo-Moting.

Precedente Sacchi: "Conte bravissimo, ma deve osare di più. Juve, dovevi accontentare Sarri" Successivo Covid, positivi 5 calciatori Nazionale/ Chi sono e quando rientrano? C'è anche Sirigu

Lascia un commento