Cessione Milan, telefoni sotto controllo: nuove intercettazioni, cosa rischia il club

In casa Milan si vive un momento molto delicato per le questioni che riguardano la cessione del club: ora spuntano nuove intercettazioni.

Il club rossonero è al centro di indagini molto importanti che possono portare al cambiamento totale delle figure dirigenziali qualora dovessero essere trovati elementi che diano modo di valutare come non corretta la cessione del club da Elliott a RedBird. La situazione è sotto il controllo degli inquirenti che stanno valutando con cura tutti gli elementi per arrivare alla sentenza definitiva senza troppi problemi.

Cessione Milan sotto indagine
Cessione Milan: proseguono le indagini della Guardia di Finanza (LaPresse) – calcionow.it

Il futuro del Milan potrebbe essere compromesso, in qualche  modo, dalle difficoltà di questo momento: la dirigenza ha ribadito la propria sicurezza nella conclusione dell’affare e si dice estranea a qualsiasi volontaria negligenza.

Cessione Milan, al via le analisi sui telefoni

In casa Milan nei giorni scorsi ci sono stati controlli serrati da parte della Guardia di Finanza che ha sequestrato tanti documenti, smartphone, tablet e PC che possano avere al proprio interno prove sulla presenza di persone esterne alle due società che hanno messo in atto la compravendita del club rossonero.

Nella giornata di ieri è iniziata l’attività di estrapolazione dei dati, attraverso copie forensi, dai telefoni e da altri dispositivi come tablet e pc, sequestrati nell’inchiesta della Procura di Milano sulla vendita del Milan da Elliott a RedBird dell’agosto 2022.

Secondo le ultime notizie, l‘attività della GdF sta continuando anche nella giornata di oggi e può portare presto a nuovi sviluppi.

Perquisizioni per la cessione del Mila: i dettagli

Successivamente all’atto delle copie forensi di tutti i dispositivi, verranno avviate le analisi degli investigatori con circa 40 parole chiave già selezionate per andare a perquisire a fondo tra mail e messaggi scambiati e altri documenti utili.

Proprio dalle analisi sui dispositivi si attendono risposte e possibili riscontri sull’ipotesi contestata di un controllo ancora vivo da parte di Elliott sul Milan attuale, nonostante la cessione.

Gli inquirenti vogliono valutare se Elliott sia ancora una sorta di proprietario “occulto” dopo quella presunta vendita simulata, secondo l’accusa, al fondo di Gerry Cardinale.

Cessione Milan a RedBird
La cessione del Milan a RedBird finisce sotto inchiesta (LaPresse) – calcionow.it

Cosa rischia il Milan?

L’accertamento tecnico segue le perquisizioni a carico dell’amministratore delegato Giorgio Furlani e del suo predecessore Ivan Gazidis, tra gli indagati per ostacolo alle funzioni di vigilanza della Federcalcio, a cui i pubblici ministeri hanno trasmesso il decreto di perquisizione per approfondire, qualora ce ne fosse bisogno, anche sul tema della giustizia sportiva.

Milan Cardinale sotto accusa per l'acquisto del club
Milan Cardinale sotto accusa (LaPresse) – calcionow.it

Dunque il Milan potrebbe rischiare anche una penalizzazione in classifica, oltre che un’ammenda salatissima, qualora dovessero essere accertati i fatti dalle indagini che stanno andando avanti in questi giorni molto intensi.

L’articolo Cessione Milan, telefoni sotto controllo: nuove intercettazioni, cosa rischia il club proviene da CalcioNow.

Precedente Italia, Spalletti: "Diversi giocatori dell'Under 21 possono venire con noi" Successivo Mercato Napoli, bomber ma non solo: doppio colpo dalla Turchia

Lascia un commento