Casiraghi: “La Juve segna poco? La colpa non è (solo) dell’attacco. E diventerà più bella”

“McKennie è in grande crescita e può segnare di più – ha detto l’ex attaccante bianconero -. Si parla tanto di “corto muso”, ma in Champions abbiamo visto la squadra giocare bene. Come altre Juve di Allegri…”

Alla Juve dal 1989 al ’93, ha collezionato 98 presenze e 20 gol, laureandosi anche vicecampione del mondo con la Nazionale nel 1994. Pierluigi Casiraghi, classe ’69, è quel che oggi manca alla Juve: un centravanti d’area, perfetto nell’occupare l’area ed abilissimo nel gioco aereo e in acrobazia.

Precedente Nervi tesi, fiamme e botte da orbi in un "caldo" derby... norvegese Successivo Sampdoria, Quagliarella a parte. Damsgaard: terapie e fisioterapia

Lascia un commento