Carabao Cup, Guardiola vince il derby di Manchester e vola in finale contro Mourinho

MANCHESTER (INGHILTERRA) – Sarà il Manchester City di Pep Guardiola a sfidare il Tottenham di Mourinho nella finale di Carabao Cup in programma il prossimo 25 aprile. I Citizens stendono 2-0 lo United grazie ai gol nella ripresa di Stones e Fernandinho. Per Solskjer nulla da fare. Il match decolla subito e nei primi cinque minuti sono già due i gol annullati, il primo allo United per fuorigioco di Rashford, il secondo al City, con Gundogan che deve frenare la gioia per una posizione di offside. Le due formazioni giocano a viso aperto, senza esclusione di colpi e si va da una parte all’altra del campo. L’ex Udinese e Sampdoria Bruno Fernandes costringe Steffen al grande intervento, mentre qualche minuto dopo è il palo a negare la gioia del gol a De Bruyne. Al 24′ Foden sigla la rete del vantaggio ospite, ma è ancora fuorigioco e si rimane sullo 0-0. Prima del duplice fischio le due squadre protestano per un episodio per parte in area di rigore, ma in entrambe le occasione per Atkinson non ci sono gli estremi per il penalty. 

Carabao Cup, Mourinho in finale! Il Tottenham ferma la favola Brentford

Stones e Fernandinho regalano la finale a Guardiola

A inizio ripresa il City passa in vantaggio con Stones, lasciato colpevolmente da solo a centro area ma bravo a mettere dentro da pochi passi sugli sviluppi di un calcio di punzione dalla trequarti. Nemmeno il tempo di esultare che Cancelo sfiora il raddoppio con un bolide dalla distanza. La squadra di Solskjaer sembra ormai alle corde e qualche minuto dopo rischia di subire il raddoppio: grande azione di Mahrez che dal limite lascia scoccare un sinistro a giro diretto nel sette, ma Henderson vola e manda in angolo. È solo il preludio per il 2-0, che arriva all’83’ e porta la firma di Fernandinho che appena fuori dal limite dell’area lascia partire un missile terra-aria e fredda l’estremo difensore avversario, che non può nulla. Il 25 aprile sarà Tottenham-Manchester City. 

Precedente Messi riporta il Barcellona al terzo posto Successivo Milan-Juve 1-3: un super Chiesa riapre il campionato 

Lascia un commento