Calhanoglu, 20 giorni sottotono e un gol da ritrovare: la missione di Hakan contro il Verona

Nelle ultime quattro partite il centrocampista nerazzurro non è riuscito a esprimersi al meglio: comincia il 2024 dall’Hellas, squadra che a maggio aveva steso con una rete pazzesca

Complessivamente la prima metà di stagione di Hakan Calhanoglu è stata entusiasmante: si è confermato infallibile su rigore, ha macinato 8 gol e ha anche smazzato qualche assist. In mezzo, tanta sapiente regia e quella leadership che lo eleva a pilastro della squadra dopo un’estate in cui tanti senatori nerazzurri hanno salutato Milano. Nell’ultima ventina di giorni, però, il regista ha vissuto una flessione di quelle fisiologiche in un’annata più che positiva, anche se la volontà del turco è chiaramente quella di inaugurare il 2024 con una prestazione delle sue, da giocatore top a livello mondiale.

Precedente Vialli, Genova e la Liguria per lui: le iniziative per ricordarlo a un anno dalla scomparsa Successivo Chiellini riceve il Gonfalone d’argento: “Orgoglioso di essere toscano"