Calciomercato, non è finita: ecco i paesi in cui la sessione è ancora aperta

Quelli di Ucraina, Russia e Turchia i campionati più prestigiosi nei quali il mercato è ancora aperto. Nel resto del mondo si possono ancora fare operazioni in Argentina, Israele, Arabia Saudita e Qatar

Stefano Carnevale Schianca

1 settembre – Milano

Alle 20 in punto della giornata di ieri la sessione estiva di calciomercato nei principali campionati europei si è ufficialmente chiusa. Gli addetti ai lavori dovranno ora attendere il 3 gennaio 2022 per riaprire le operazioni (fa eccezione per il discorso svincolati, per i quali è possibile proseguire i dialogo con i club). Chi prima di noi (in Austria alle 17, in Germania e in Svizzera alle ore 18), chi invece dopo (in Premier la sessione si è chiusa alle 23, mentre in Liga e in Ligue 1 a mezzanotte) il 31 agosto ha messo la parola fine alle trattative. Ma il mercato di molti altri paesi è ancora aperto e per le italiane e non solo sarà ancora possibile effettuare operazioni in uscita.

IN EUROPA

—  

Nel vecchio continente sono diverse le leghe ancora alle prese col mercato. Prima su tutte l’Ucraina, dove le trattative proseguiranno ancora per tre giorni, fino al 3 settembre. La Dynamo Kiev e lo Shakhtar di Roberto De Zerbi potranno ancora rinforzarsi in entrata, in vista della finale di Supercoppa del 22 settembre. Il 6 settembre toccherà poi alla Slovacchia, alla Bulgaria e alla Romania.

Il 7 settembre sarà il turno della Russia, dove saranno coinvolte, tra le big, Zenit, Dynamo Mosca, Lokomotiv Mosca, Krasnodar, Cska Mosca e Spartak Mosca. Il giorno dopo, l’8 settembre, toccherà quindi ai club di Turchia (su tutti Trabzonspor, Fenerbahce, Besiktas e Galatasaray, con quest’ultimo che avrebbe potuto risolvere consensualmente il contratto di Radamel Falcao più in avanti rispetto a ieri, ma il passaggio al Rayo Vallecano ha reso necessaria la trattativa) e Repubblica Ceca (in gioco ancora i due club di Praga, Sparta e Slavia). L’Armenia chiuderà i discorsi il 12 settembre. La Serbia, a coinvolgere tra le altre squadre il mercato del Partizan Belgrado e della Stella Rossa, concluderà la propria sessione estiva il 17 settembre.

NEL RESTO DEL MONDO

—  

Fra le tante leghe sparse per il resto del mondo, in Israele il mercato chiuderà il 14 settembre e in Arabia Saudita il 18 settembre: Filipo Augusto (dal Rio Ave al Damac), Papadopoulos e Giovinco (svincolatisi dall’Al-Fayha e dall’Hilal) e l’ex Serie A Alexander Merkel fra i nomi coinvolti in questa sessione. Il 26 settembre sarà quindi il turno dell’Argentina (Estudiantes, River Plate, Racing, Velez, Boca e Indipendiente in prima fila). In Qatar, nuova “casa” di Andre Ayew (ex Swansea), Toby Alderweireld (colonna del Belgio ed ex Tottenham) e, forse, dell’ex giallorosso Javier Pastore, in trattativa con l’Al-Rayyan, il mercato chiuderà il 30 settembre.

Precedente Juve, progetto 2022: Icardi e Vlahovic sempre nel mirino Successivo Mbappé resta tra le stelle del Psg. Under-Gerson, il Marsiglia punta sugli ex Roma

Lascia un commento