Calciomercato Juve, Thuram subito ma è un caso. Idea Kiwior

Thuram subito. Si accorciano i tempi per vedere il secondo acquisto dell’estate bianconera a Torino: Khéphren infatti non parteciperà alle Olimpiadi di Parigi che inizieranno il 26 luglio. Il centrocampista era in ritiro con la Nazionale francese Under 23 che sta preparando l’edizione “di casa” dei Giochi ma ieri è arrivato l’annuncio del Commissario tecnico, Thierry Henry, che ha ufficializzato che il ragazzo non sarà presente. Motivo? «Il suo nuovo club si è opposto». La Juve avrebbe detto no, insomma, anche se dalla Continassa si precisa che non essendo un giocatore di proprietà non ci sarebbe alcun diritto di veto possibile. Resta in ogni caso una notizia forte in sé perché Thuram junior è uno dei punti di forza della selezione transalpina che naturalmente punta all’oro nell’Olimpiade parigina. Chi sorride è Thiago Motta che mercoledì prossimo inizierà l’avventura al timone della Signora e che potrà contare sul giocatore fin da subito. Aspetto tutt’altro che trascurabile se pensiamo che si sta costruendo un nuovo progetto e che il nuovo tecnico, almeno nella prima fase, dovrà lavorare su un gruppo ristretto di giocatori considerate le tante assenza dei bianconeri impegnati negli Europei e in Copa America o ancora in vacanza perché hanno appena concluso il loro percorso nei due tornei. Khéphren ha lasciato quindi il ritiro di Clairefontaine e ora si attende di conoscere la sua agenda: il primo passo sarà un blitz a Torino per le visite mediche e la firma del contratto e poi potrà iniziare la sua nuova vita. Juve e Nizza hanno già messo a posto tutte le tessere dell’affare: i bianconeri investiranno 20 milioni più bonus che potranno far salire l’ammontare complessivo dell’operazione a 25 milioni. Thuram invece si legherà alla Signora fino al 2029 con uno stipendio di 2-2,5 milioni.

Juve, le mosse in difesa: spunta Kiwior

Il centrocampo bianconero così è in gran parte sistemato: la doppietta Douglas Luiz-Khéphren innalza la caratura complessiva del reparto, una delle priorità di Cristiano Giuntoli e Thiago Motta. Non è finita, in ogni caso, perché rimane ancora da mettere a segno il colpaccio cui la società lavora da mesi, il punto esclamativo di tutto il mercato. Il nome è quello di Koopmeiners, per il quale continua sotto traccia l’opera della Continassa. E’ sulla mediana che la società ha deciso di concentrare la maggior parte delle risorse ed è per questo che non è stato possibile rispondere all’offensiva dei club della Premier League per Calafiori. Il centrale del Bologna era il preferito per alzare il muro in difesa ma due fattori hanno sbarrato la strada: la resistenza del club emiliano nei confronti della Juve e le prestazioni di livello del giocatore agli Europei hanno fatto lievitare il prezzo. Così ora c’è l’Arsenal in pole position per strappare alla concorrenza Riccardo. La Signora così valuta percorsi alternativi: innanzitutto Jakub Kiwior, polacco classe 2000, che con l’arrivo di Calafiori sarebbe in uscita dai Gunners. Thiago Motta l’ha già avuto ai tempi dello Spezia e quindi l’inserimento nei meccanismi della squadra sarebbe più semplice. Anche il costo è abbordabile, attorno ai 15 milioni. L’altra pista porta ancora a Nizza, a Jean-Clair Todibo, centrale francese da tempo nel mirino di Giuntoli, valutato però attorno ai 35 milioni e nel mirino di mezza Europa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente CALCIOMERCATO JUVENTUS NEWS/ Priorità a Koopmeiners, visite per Di Gregorio (4 luglio 2024) Successivo Serie A, decisione clamorosa sul Mondiale per club: fa causa alla Fifa!

Lascia un commento