Calcio femminile, la Giordania accusa l’Iran di aver giocato con un uomo!

AMMAN –  La Federcalcio Giordana, in una lettera inviata il 5 novembre alla Federazione asiatica (AFC), ha chiesto l’apertura di un’indagine sul sesso del portiere della nazionale iraniana Zohreh Koudaei, sospettata di essere un uomo. L’accusa è infatti che il giocatore, approfittando del capo velato, ha giocato in una partita di calcio femminile. L’Iran si è qualificato per la prima Coppa d’Asia femminile 2022 battendo la Giordania ai rigori 4-2 il 25 settembre, anche grazie ad alcune parate decisive di Koudaei. Tramite un post su twitter il presidente della Federazione giordana, il principe Ali Ben al-Hussein, ha chiesto “la verifica del sesso” del portiere/a, avanzando dubbi sulla “eleggibilità del giocatore”. Pronta la risposta dell’allenatore iraniano Maryam Irandoust, che ha definito le accuse pretestuose, degne di chi “non riesce ad accettare la sconfitta”. L’allenatore si è inoltre detto pronto a “fornire qualsiasi documento venga richiesto dall’AFC”

Precedente Diretta Irlanda del Nord-Italia: formazioni ufficiali e dove vederla in tv Successivo Fiorentina, Nico Gonzalez idoneo alle visite post Covid

Lascia un commento