Calcio, amore senza età: la storia di Giuseppe Culotta, 58 anni e da 45 fra i pali

“Dopo la mia famiglia c’è solo il pallone”, racconta. Di professione oggi è collaboratore scolastico nel plesso di Cefalù; a parte il periodo del Covid, è sempre sceso in campo tutte le domeniche. Quando era militare giocava con Schillaci, “ma non sono mai diventato professionista”

Metà mattina a Cefalù, sta per suonare la campanella. Giuseppe Culotta risponde durante la pausa: è il collaboratore scolastico dell’istituto comprensivo della città. Lavora alla materna, due giorni a settimana si presenta con borsone e divisa dell’ASD Tusa: “Tra meno di una settimana

Precedente Francia, Le Graet in bilico. Macron sonda la disponibilità di Platini per sostituirlo a capo della FFF Successivo Bologna, non basta Orsolini: l'Atalanta vince in rimonta e aggancia la romane

Lascia un commento