Cagliari, summit a Milano per il futuro

CAGLIARI – Decisivo per capire chi sarà l’allenatore alla guida del Cagliari nella prossima stagione, sarà l’incontro che questa sera a Milano vedrà protagonisti da una parte Stefano Capozucca e dall’altra Fali Ramadani. Il procuratore che gestisce con la Lian Sports Group il tecnico Leonardo Semplici, si siederà al tavolo con il direttore sportivo rossoblù per cercare di mettere la prima pietra alla squadra del prossimo campionato. Questo, infatti, è un primo passo essenziale dal quale, poi, discenderanno le altre scelte della società che non può certo prescindere dalla guida tecnica della squadra.

Shomurodov, regalo al Genoa: il Cagliari è battuto

Guarda la gallery

Shomurodov, regalo al Genoa: il Cagliari è battuto

L’attesa

E se tutto sembrava scontato fino a qualche settimana fa in caso di promozione, la questione sembra essersi un pizzico raffreddata proprio nel momento in cui il club ha avuto la matematica certezza della permanenza in A. L’unica certezza al momento è, infatti, un contratto già depositato al momento dell’arrivo di Semplici, che prevedeva il rinnovo automatico dell’accordo in caso di salvezza fino al giugno 2022. La questione, in pratica, è già chiusa sul fronte rossoblù perché la società, inserendo quella clausola, non solo ha voluto dare stabilità all’allenatore toscano, ma ha anche deciso di confermargli la fiducia qualora fosse riuscito a raggiungere quello che qualche mese fa sembrava un obiettivo impossibile. Le dichiarazioni di Semplici, però, non hanno lasciato spazio ad una visione così scontata della situazione, probabilmente perché il tecnico vuole avere anche maggiori garanzie dal punto di vista della rosa che avrà a disposizione. Tra giocatori in partenza e qualche scontento, infatti, il nuovo Cagliari potrebbe essere molto diverso da quello che ha chiuso il campionato perdendo sabato notte alla Sardegna Arena contro il Genoa.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport-Stadio

Precedente L'Inter aspetta la decisione di Antonio Conte Successivo Modric-Real ancora insieme: ufficiale il rinnovo fino al 2022

Lascia un commento