Cagliari, Shomurodov segna solo gol pesanti: Ranieri spera nel riscatto

CAGLIARI – Aveva regalato un grande dispiacere al Cagliari, in Sardegna, segnando un gol da 3 punti nella sua ultima partita alla corte del Genoa, prima di fare le valigie e approdare alla Roma. E ora Eldor Shomurodov spera di farsi perdonare con una rete pesante, di quelle che valgono la salvezza, proprio in quello stadio, il Ferraris, che per una stagione lo ha visto grande protagonista.

La risalita di Shomurodov: ora è importante

Non sarà una partita come tutte le altre per l’attaccante uzbeko che, a dispetto di un’aria glaciale e poco incline a vivere certe emozioni, lunedì notte non potrà che avere qualche sussulto. Con la maglia del Grifone ha festeggiato il suo esordio nella massima serie italiana, il 19 ottobre 2020 contro il Verona con Rolando Maran in panchina. E sempre con i rossoblù liguri ha vissuto la sua miglior stagione in Italia, fatta di 32 presenze e 8 sigilli che gli sono valsi la possibilità di sbarcare nella Capitale. «Voglio rivedere lo Shomurodov di Genova, lo stesso che avrei voluto portare alla Sampdoria quando guidavo i blucerchiati» sono state le parole che gli ha rivolto Claudio Ranieri quando lo ha chiamato alla sua corte. E ora, dopo qualche passaggio a vuoto dopo la parentesi romana, la punta uzbeka sta facendo vedere di che pasta è fatto. Abile con i piedi, veloce nelle giocate e tatticamente prezioso per dare profondità alla squadra o per tenere palla, ultimamente il numero 61 del Cagliari sta mettendo in mostra tutto il suo repertorio. I rifornimenti continui dati a Luvumbo contro la Juventus sono stati solo la ciliegina sulla torta di un periodo che, dopo la frattura al piede destro, si è rivelato molto positivo per lui. La doppietta contro la Salernitana e il gol in casa dell’Inter hanno completato la sua nuova esplosione.

I gol per la salvezza

Per la gioia di Ranieri, che si gode il momento di grande spolvero di un attaccante al quale difficilmente si rinuncia. Perché sa giocare sia con quel pizzico di egoismo tipico di una punta, ma anche essere un grande altruista al servizio dei compagni. Con un solo pensiero in testa: aiutare la squadra a conquistare la salvezza. Facendo qualche altra rete dopo le prime 3 già messe a segno. Per diventare un giocatore importante in un Cagliari che aspetta ancora di trovare il suo bomber. Per ora è il trequartista Viola a guidare la classifica marcatori con 5 gol, seguito da Luvumbo e Pavoletti a quota 4. Superarli è un traguardo alla portata di Shomurodov che, entrato pian piano nei cuori dei tifosi rossoblù, potrebbe far parte del Cagliari del futuro. Le sue qualità non si discutono, ma a fine stagione sarà necessario trattare il riscatto con la Roma per tentare di abbassare il costo del cartellino, fissato tra i 9 e i 10 milioni di euro. Cifra fuori dalla portata del club isolano, anche se in linea con un giocatore che, quando sta bene fisicamente ed è al top della forma, sa fare la differenza. E può diventare il leader del reparto offensivo di questa squadra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Valentino Rossi e l'invito speciale da Pirlo: cosa è successo Successivo La fidanzata di Rice sparisce da Instagram: "Potrebbe trovare di meglio"

Lascia un commento