Cagliari, Mazzarri: “Servirà lucidità. Il Napoli, se sbagli, ti castiga”

Le parole del tecnico rossoblù alla vigilia della gara impegnativa con il Napoli, in programma domani sera alle 20.45 al Maradona.

Reduce dalla caduta con l’Empoli, il Cagliari di Mazzarri va alla ricerca del riscatto. Il prossimo avversario, il Napoli, si presenta come un ostacolo difficile da superare. A tal proposito si è espresso il tecnico rossoblù che alle prime armi con la nuova guida, cerca soluzioni e schemi adeguati per evitare ulteriori malumori:

“Per rivedere il Cagliari visto nel match con la Lazio, bisogna ci sia lucidità, che stia bene nelle gambe. L’incognita sarà rivedere la brillantezza di quella gara nonostante tutte le partite ravvicinate. Abbiamo sprecato tante energia in quel match ma mi auguro ci sia stato un minimo di recupero. Voglio specificare un concetto: nella fase difensiva applicata in quella gara, è stata la Lazio ad adattarsi a noi e non viceversa. Noi ci adattiamo nel momento in cui vogliamo impedire che il nostro avversario vada oltre. Abbiamo giocato quasi alla pari e trovato più occasioni.

Il mio ritorno a Napoli? Mi concentro sulla partita. So che verso di me c’è molta stima ma al momento la mia testa è qui. Voglio dare gli input giusti ai miei giocatori visto l’avversario che stiamo andando a scontrare. Loro attualmente sono nello stato migliore. Metterò la formazione più consona. Valuto i giocatori il martedì in base agli allenamenti. L’evidenza non si può nascondere, non ho ancora vissuto allenamenti intensi. Per vedere il mio modo di giocare ho bisogno di tempo, mi servono maggiori dati. Io mi baso in questa fase sulla partita precedentemente giocata. Solidità difensiva? Stiamo lavorando in modo globale, quando avrò più tempo, lavorerò nel dettaglio.

Il giorno dopo la gara con l’Empoli? Ho visto la squadra dispiaciuta e consapevole di aver giocato male. Ho mostrato loro i filmati, gli errori tecnici. Non siamo stati lucidi. Forse la pressione di giocare in casa ha inciso negativamente su di loro. Sembravano avessero le gambe bloccate. Abbiamo fatto una buona riunione, ognuno di noi sa come deve comportarsi. Io spero ci sia una reazione simile alla gara con la Lazio.

Domani mi aspetto il massimo di quello che possiamo fare. Ho visto cose positive e negative, adesso quella di domani sarà una gara che mi servirà per raccogliere i dati. Speriamo di fare una grande gara e lunedì faremo defaticante, tireremo un’altra linea e sarò più chiaro nella prossima conferenza. Sto cercando di dare maggiori riferimenti possibili, dare un gioco, movimenti in fase di possesso. Serve velocità nel fraseggio. Al momento sto lavorando sulla fase difensiva perché non bisogna sbagliare la fase di costruzione. Il Napoli se sbagli ti punisce”.

Precedente Samp, D'Aversa: " Vietato abbassare la guardia. La Juve ha una mentalità vincente" Successivo Rimontona Brescia ad Ascoli, Pippo Inzaghi è 2°. Risalgono Lecce e Monza

Lascia un commento