Cagliari, la priorità è ristrutturare la difesa

CAGLIARI – E’ la difesa la nota dolente del Cagliari, la peggiore, assieme a Salernitana e Spezia, della Serie A, con 26 reti al passivo. Un dato che dà una certezza: il Cagliari ha bisogno di rinforzi sulla linea arretrata. Il primo nome preso in considerazione è quello di Izzo che, già seguito in estate, ha tutte le carte in regola, secondo Mazzarri, per dare una mano. Fermo restando che già prima della riapertura del mercato la squadra sarà chiamata a invertire la tendenza. Certo, la difesa ha l’attenuante di non aver sempre avuto un filtro adeguato, tuttavia ci si è messo anche il rendimento non impeccabile da parte di chi, Godin in primis, avrebbe potuto e dovuto dare di più. L’infiammazione al tendine rotuleo costringe a cambiare programmi e se partisse non sarebbe un dramma. Discorso simile, a cifre inferiori, per Caceres, che non ha lasciato il segno. Poi va aggiunto un Ceppitelli non al top e un Walukiewicz che, operato all’anca, sarà fuori per almeno tre mesi. Per rimediare servono alcuni innesti mirati. 

Al Cagliari non basta Joao Pedro: l'Atalanta la spunta con Zapata

Guarda la gallery

Al Cagliari non basta Joao Pedro: l’Atalanta la spunta con Zapata

Precedente Wanda Nara, le dediche d'amore di Icardi a Dubai sui social Successivo Napoli, Ospina è in scadenza ma c'è voglia di rinnovo

Lascia un commento