Cagliari, Keita l’uomo chiave per la salvezza

CAGLIARI – Il recupero di Keita dopo l’operazione alle tonsille sarà il passaggio fondamentale per il Cagliari verso la salvezza. Finora l’attaccante senegalese (rimasto ad Asseminello senza rispondere alla chiamata in Nazionale proprio per l’intervento subìto) ha messo insieme due gol e due assist, ma la sua presenza in campo è stata intermittente. Arrivato a metà della preparazione estiva, finora il numero 9 cagliaritano ha messo insieme otto presenze con una media di cirta un’ora a partita. Nonostante un così scarso impiego, il suo rendimento è stato tra i più elevati, dunque quando sarà a pieno regime da lui ci si aspettano grandi cose. Finora tutto il peso dell’attacco rossoblù è stato sulle spalle di Joao Pedro, che ha fatto il suo dovere alla grande. La coppia formata dal brasiliano e da un Keita al massimo è la carta migliore che Mazzarri può giocarsi nella corsa salvezza. Le due settimane di lavoro senza partite potrebbero segnare un passaggio importante per il recupero dell’attaccante senegalese: questa è la speranza di tutto il mondo Cagliari.

Al Cagliari non basta Joao Pedro: l'Atalanta la spunta con Zapata

Guarda la gallery

Al Cagliari non basta Joao Pedro: l’Atalanta la spunta con Zapata

Precedente Allegri lo ama, l’Ajax lo punta: De Winter, la Juve ha una stellina in casa Successivo Nazionali, Kumbulla sfiderà Abraham: "So come fermarlo"

Lascia un commento