Cagliari, Giulini: “L’ultimo posto in classifica ferisce”

BOLOGNA – Il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, ha commentato così la sconfitta con il Bologna: “L’ultima posizione in classifica è la cosa che ferisce di più – ha commentato il presidente a Sky – “Serve a poco parlare della partita. Bisogna lavorare e avere più fame e dimostrare attaccamento a questo maglia. Ripartiamo dalle certezze che abbiamo, ci affidiamo all’allenatore e fare quello che chiede. Il periodo non è fortunato, anche gli episodi arbitrali passano in secondo piano. Bisogna pensare a noi stessi: è inaccettabile essere ultimi in classifca, non è una rosa da ultimo posto e non è il nostro valore. Sapevamo che l’obiettivo primario sarebbe stata la salvezza anche quest’anno, dopo una stagione in cui ci siamo salvati all’ultimo. Prendiamo atto con realismo e umiltà questa situazione. Abbiamo giocatori che hanno calcato palcoscenici più importanti e ci sta che non abbiano l’umiltà: per uscire da questa situazione serve personalità”. “Quest’anno – prosegue – non siamo andati in ritiro ma ci servirà qualche giorno prima dell’Atalanta: decideremo assieme a Mazzarri che è una delle certezze a cui ci aggrappiamo. Abbiamo ancora problemi, forse non ha ancora inciso come avrebbe voluto ma in molte gare si è visto il gioco che vuole. Mercato? E’ lontano, ma il direttore sta già ragionando“, ha concluso. 

Il Bologna stende il Cagliari: altra sconfitta per Mazzarri

Guarda la gallery

Il Bologna stende il Cagliari: altra sconfitta per Mazzarri

Precedente Bologna, Mihajlovic: "Partita quasi perfetta. Arnautovic? Migliora i compagni" Successivo Cagliari, Giulini dà fiducia a Mazzarri: "E' la nostra certezza"

Lascia un commento