Cagliari, c’è oro nei giovani per Di Francesco

CAGLIARI – Il millennial Sebastian Walukiewicz guida la scatenata truppa dei giovanissimi talenti del Cagliari che, racchiusi nelle annate fortunate del 1999 e del 2000, stanno cercando di ritagliarsi uno spazio importante nel calcio dei grandi. E a giudicare dai numeri, il centrale polacco ci è riuscito perché, pur con qualche sbavatura per gli inevitabili peccati di inesperienza, ha ottenuto e difeso con forza il posto da titolare in tutte e sei le partite giocate dai rossoblù finora, restando in campo fino al fischio finale. Come lui solo Alessio Cragno e Nahitan Nandez che non hanno mai lasciato il rettangolo di gioco essendo ormai diventati punti di forza della squadra di Eusebio Di Francesco.

Linea verde

Ma a colpire, oltre ai numeri di Walukiewicz (classe 2000), sono le prestazioni degli altri suoi colleghi che stanno cercando di imitarlo. Da Gabriele Zappa (1999) a Riccardo Sottil (1999), passando per Alessandro Tripaldelli (1999), Fabrizio Caligara (2000), Matteo Tramoni (2000) e Andrea Carboni (2001). Sono loro il futuro di un Cagliari che guarda con convinzione ai giovani e che ora aspetta anche Zito Luvumbo, addirittura classe 2002, ancora fermo ai box perché dopo la rincorsa per cercare di apprendere il nuovo calcio al quale si è affacciato, è stato appiedato da un fastidio muscolare. 

Leggi l’articolo completo nell’edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Di Francesco: “Dovevamo difendere meglio”

Precedente Liverpool, Jota: "Grande partita di squadra. Mané e Salah due giocatori di livello mondiale" Successivo Torino, le convocazioni per il Genoa. Belotti c'è

Lascia un commento