Buongiorno, il Napoli sfida Milan e Inter: quanto lo valuta il Torino

E ci risiamo: Buongiorno a tutti, per tutti. Il difensore più corteggiato d’Italia, o giù di lì. Il centrale della Nazionale, 24 anni, un marcatore che al Maradona, di recente, ha sfidato e infilato Osimhen in un duello che alla fine l’ha visto trionfatore (al netto di un rigore dubbio non fischiato). Profilo importante, uomo mercato già a gennaio: era nella lista invernale del Napoli e del Milan, piaceva in Premier. Il Torino lo ha bloccato. Un annetto fa ha fatto perdere la testa all’Atalanta e poi alla fine gli ha fatto perdere anche il colpo, lui, giovane cuore granata di 24 anni rimasto alla base a difendere il Toro. La situazione, però, è destinata a ripetersi: Buongiorno è pronto a riacquistare l’etichetta di totem desideri. Corsi e ricorsi, ma anche novità: c’è pure l’Inter sulle sue tracce. E anzi, in occasione della recente tournée dell’Italia di Spalletti negli States, avrebbe confidato ai colleghi nerazzurri di Nazionale di gradire particolarmente l’opzione interista. Certo il Torino lo valuta 40 milioni, diciamo tra i 35 e i 40, e dunque un bel po’: merce rara i centrali difensivi di livello, lo ha imparato proprio il Napoli a sue spese dopo l’addio di Kim e una serie di scelte sul mercato non esattamente all’altezza. E a gennaio, quando decise d’intervenire, per Nehuen Perez l’Udinese arrivò a presentare una richiesta da circa 20 milioni tra base fissa e bonus (dopo il rifiuto di Ostigard a entrare nello scambio). Di qui, la scelta di attendere la sessione estiva. Ormai già cominciata: il Buongiorno si vede dal mercato.

Napoli, la lista di mercato

Un pezzo pregiato, non c’è che dire: Napoli, Inter, Milan. E poi chissà cos’altro, considerando il famoso e mai tramontato fascino della Premier. Si vedrà. Ma il nuovo pool coordinato da Giovanni Manna, fino alla fine della stagione in quota Juve ma inevitabilmente al lavoro con De Laurentiis sin da quando l’asse è sato costruito e definito nei particolari, valuta anche alternative: qualche faccia conosciuta tipo il colosso della nazionale slovacca di Calzona, David Hancko, 26 anni e 188 centimetri a guardia del Feyenoord; e poi l’argentino Lucas Martinez Quarta, 27 anni, difensore della Fiorentina di Italiano. Alte le pretese di Mario Hermoso, spagnolo dell’Atletico in scadenza: è un parametro zero, ha potere contrattuale, interessa pure all’Inter. E due. Loro, quelli di una mini lista destinata a crescere giorno dopo giorno, fino al picco massimo da raggiungere una volta risolta la questione dell’allenatore: avrà un peso specifico importante sulla composizione della rosa, ci mancherebbe. Gli errori di quest’anno non saranno ripetuti, c’è da scommettere.

Napoli, gli obiettivi degli altri reparti

I centrocampisti prediletti, tanto per proseguire sull’onda del mercato, restano invece loro: Georgiy Sudakov, 21 anni, la stellina del calcio ucraino che ha candidamente confessato di essere stato al centro di una seria trattativa Napoli-Shakhtar, con tanto di offerta da 40 milioni spedita a gennaio da Castel Volturno a Donetsk. E rifiutata con una promessa: ne riparliamo a giugno. Tra un attimo, insomma. Alla voce mediani c’è anche Lewis Ferguson, 24 anni, scozzese del Bologna che sa fare tutto, anche assist e gol. Lewis è una colonna del flipper di Thiago Motta, piace a molti club e tantissimo al suo: con la Champions nel binocolo, la società rossoblù farà barricate per i gioielli, più che resistenza. Sul fronte dei centravanti, con il finale della grande storia d’amore con Osimhen soltanto da scrivere – stando alle anticipazioni di De Laurentiis – oltre ai soliti Jonathan David del Lilla (24 anni) e Santiago Gimenez del Feyenoord (23 il 18 aprile), si monitora anche la situazione del bomber della Primeira Liga portoghese, Viktor Gyökeres, svedese di 25 anni (26 a giugno) e 36 gol in 42 partite con lo Sporting Lisbona. Una furia. Il suo agente, Hasan Cetinkaya, ha detto a Record che «In Premier lo vogliono» ma anche che «Nessuna scelta è stata compiuta». E ancora: «Il suo futuro è legato a quello di Amorim, lo scorso anno è andato allo Sporting per lui». E allora, per Amorim, magari potrebbe andare al Liverpool.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Diretta Viktoria Plzen-Fiorentina ore 18.45: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni Successivo Taylor incorreggibile in Psg-Barcellona: dà ragione a Mourinho