Buffon prende gol all’ultimo minuto: il Frosinone strappa un punto al Parma

I crociati ribaltano lo svantaggio, poi vengono riacciuffati all’89’ da Charpentier. Inizio agrodolce per Gigi contro la squadra allenata dall’ex compagno di squadra Grosso

Il Brunetta show illude il Parma. Palla a Juan e qualcosa farà, due assist di livello tra fine primo tempo e inizio secondo, ma il Frosinone di Grosso guadagna un punto al fotofinish grazie a Charpentier, primo gol in B alla terza gara in assoluto. Allo Stirpe finisce 2-2. Tutino e Man sfiorano la rimonta dopo il gol di Zerbin alla mezz’ora, ma l’ex Avellino riacciuffa il pari al minuto 89. Un grazie a Fabio Grosso nel post gara, bravo a farlo entrare a mo’ di ariete negli ultimi minuti.

Uno-due

—  

È il giorno di Buffon. Gigi torna a giocare una partita ufficiale con il Parma dopo 7369 giorni. L’ultima contro la Roma all’Olimpico il 17 giugno 2001. Botond Balogh, centrale del 2002, non era ancora nato. Tutti gli altri erano piccoli e giocavano in cortile con i genitori. Tuttavia, il gran ritorno di Gigi è agrodolce: alla mezz’ora il Frosinone passa in vantaggio con Zerbin, bravo a respingere in rete una respinta di Buffon su un destro insidioso di Canotto. Gol al debutto per l’ex Pro Vercelli, 12 assist e 5 gol in Serie C, cresciuto studiando Insigne nelle giovanili del Napoli. Dopo 5’ Ciano ci prova con il sinistro, ma Buffon devia in angolo. Il pareggio del Parma arriva al minuto 41 e con un bel triangolo: Vazquez-Brunetta-Tutino. Il primo crea, il secondo rifinisce e l’ultimo segna, proprio come aveva concluso la stagione scorsa. Gol del 3-0 in Salernitana-Pescara e promozione in A con Castori allenatore. Ora sogna di conquistarne un’altra con Maresca.

Che pareggio

—  

Pronti, via ed è subito Parma. Ancora Brunetta: l’argentino tiene botta in un contrasto nella sua metà campo, si fa 60 metri palla al piede senza incontrare resistenza e infine serve Man con l’esterno destro. Il tocco è leggero, l’inserimento del romeno preciso. Sinistro vincente e 2-1 che sa di rimonta (52′). Terzo gol con i gialloblù per l’ex Steaua, pupillo di Mutu e investimento di livello del presidente Krause, acquistato l’anno scorso per 15 milioni. Il resto della ripresa è prevedibile: il Frosinone cerca la stoccata vincente, Buffon respinge ogni assalto ma alla fine si arrende a Charpentier, ragazzone del ’99 arrivato in prestito dal Genoa. Nato quando Buffon aveva 21 anni ed era già un protagonista del Parma. Sugli sviluppi di un angolo, a un minuto dalla fine, il francese svetta più in alto di tutti e firma il 2-2 con un bel colpo di testa. L’uscita di Gigi è imprecisa, la punta ne approfitta e la mette all’angolino. Era entrato da venti minuti.

Precedente Malore in coda fuori dallo stadio: tifoso muore prima di Frosinone-Parma Successivo L’Inter campione apre la nuova Serie A: il programma e le probabili formazioni

Lascia un commento