Brescia e Spezia a valanga su Pisa e Como. Daniel Maldini esordio e gol

Sarà Spezia-Brescia al prossimo turno: Nzola (doppietta) trascina i liguri nel 5-1. Gli uomini di Maran passano in vantaggio, poi non c’è scampo. Ora Empoli-Spal e Torino-Palermo

Continua il programma dei trentaduesimi di finale di Coppa Italia. All’Arena Garibaldi passa il Brescia contro i padroni di casa del Pisa. Una gara ricca di occasioni: 1-1 al 45’ con le reti di capitan Masucci e lo sfortunato autogol di Nicolas su una punizione di Ndoj. Nella ripresa la squadra di Clotet si impone e raddoppia con Ayé, firma il tris col centrocampista albanese e nel recupero realizza addirittura il quarto gol con Bianchi. Fa ancora meglio lo Spezia contro il Como al Picco, la squadra di Gotti supera 5-1 gli avversari. L’ultima rete della sfida la firma Daniel Maldini, entrato dalla panchina, al primo pallone toccato va in rete su assist di Reca. Assente Fabregas che sta preparando il debutto in campionato, tra i liguri non c’è Maggiore finito in tribuna dopo le polemiche dell’allenatore sulla fascia da capitano. Nel prossimo turno della competizione si sfideranno Brescia e Spezia. Alle 21 in campo Empoli-Spal, alle 21.15 il fischio d’inizio di Torino-Palermo.

Pisa-Brescia 1-4

—  

Un primo tempo ricco di occasioni all’Arena Garibaldi. La prima chance è dei padroni di casa al 1’ con Cisco, che in area di rigore fa tremare Andrenacci. La risposta degli ospiti arriva qualche minuto dopo con Bianchi. Il portiere dei toscani Nicolas è bravo al 14’ a salvare sulla linea un’occasione di Ayé. Al 18’ è Jureskin a portare avanti un’azione personale, ma la conclusione finisce fuori. Il risultato si sblocca al 19’: Mastinu riceve palla da rimessa laterale e con un pallonetto scavalca il portiere, la palla si ferma sulla linea e Masucci la insacca di testa. Il pareggio della squadra di Clotet arriva al 24’: Ndoj su punizione colpisce col destro la traversa, la palla sbatte sulla schiena di Nicolas e finisce in porta. Prima dell’intervallo è ancora Ndoj a essere pericoloso colpendo il palo, al 37’ Ayé è solo davanti al portiere servito da Bianchi ma sbaglia ancora. Nella ripresa esce Nicolas per infortunio, al suo posto Olivieri. Il Brescia parte meglio e al 60’ passa con Ayé, parabola del solito Ndoj in area per Moreo che di testa serve l’attaccante che raddoppia. Gli uomini di Clotet non si fermano e al 71’ realizzano anche la terza rete con Ndoj ancora protagonista: il centrocampista albanese riceve da Niemeijer e supera il portiere avversario. Gli ospiti non si fermano e nel recupero arriva pure la quarta rete segnata da Bianchi di testa su assist di Van de Looi.

Spezia-Como 5-1

—  

Succede poco nella prima frazione. L’occasione migliore ce l’ha Verde al 29’, fa partire il sinistro e Ghidotti è bravo a deviare fuori. Solo (tanti) calci d’angolo per gli uomini di Gotti, ma nulla di fatto. È Nzola a regalare il vantaggio ai suoi al 43’: assist volante di tacco di Gyasi, l’attaccante si libera dalla pressione di Binks e col pallonetto scavalca il portiere. La squadra di Gattuso protesta perché il giocatore angolano ha allargato il braccio, ma il silent check del Var conferma il vantaggio. La partita cambia registro nel secondo tempo. Il Como inizia ad attaccare con decisione, Cerri cade in area al 49’: per l’arbitro non è rigore. Dall’altra parte del campo la difesa degli ospiti sbaglia una rimessa laterale, ma Guidotti salva su Nzola. Al 53’ l’attaccante dei liguri serve in area Verde, che manda fuori davanti al portiere. Passa appena un minuto e Blanco sfrutta l’assist di Parigini per firmare il pari. Ritmi alti, al 58’ Kabashi atterra Bastoni in area: dal dischetto ci va Verde, che stavolta non sbaglia. C’è tempo anche per il tris della formazione di Gotti: al 71’ Strelec supera il portiere avversario e mette in cassaforte il passaggio del turno. Dilagano gli ospiti: tocco di mano in area di Binks, Nzola sigla la doppietta personale e fa 4-1 al 76’. Nel recupero c’è spazio anche per il debutto con gol in maglia Spezia di Daniel Maldini, entrato dalla panchina, in area controlla e fa gol su assist di Reca.

Precedente Troppi interventi duri: De Laurentiis entra in campo per protestare con l'arbitro Successivo Milan show a Vicenza: 6-1. De Ketelaere subito nel vivo, ma c'è ansia per Tonali

Lascia un commento