Bonucci e il record negativo di presenze. Conviene puntarci?

Quella del difensore della Juve, complici gli infortuni, è la stagione con meno gettoni in assoluto. Si pone quindi una valutazione da fare: meglio continuare a scommettere su di lui come “usato” sicuro oppure volgere lo sguardo altrove? Facciamo il punto

Quella che si chiuderà il 22 maggio sarà la stagione con meno presenze in campo – in campionato – di Leonardo Bonucci con la maglia della Juventus. Ad ora, infatti, il centrale bianconero è sceso in campo solo in 20 gare (18 da titolare, due da subentrato). Il trend è in calo già da un paio di anni e pone delle riflessioni in vista del futuro, soprattutto considerando i “nodi” relativi, per problematiche diverse, a Chiellini e De Ligt.

infortuni

—  

Dall’inizio del 2022 fino a metà marzo, Bonucci (19 milioni) in Serie A è sceso in campo solo due volte (contro Atalanta e Empoli). Il centrale nativo di Viterbo ha dovuto fare i conti con due contrattempi muscolari che lo hanno tenuto in infermeria per diverso tempo. Se, dal punto di vista del numero di gare disputate, si tratterà della stagione più negativa maturata in bianconero non si può dire altrettanto dal punto di vista strettamente fantacalcistico, considerando i tre gol segnati (doppietta alla Lazio e centro alla Sampdoria) e l’assist fornito contro lo Spezia. Un numero di bonus eguagliato in diverse stagioni. Se per Media Voto (6.1) Bonucci è indietro a parecchi difensori – oltre ai colleghi di reparto De Ligt e Chiellini – non si può dire lo stesso in ottica Magic Media (6,78) con il centrale bianconero fuori di poco dalla top-5 di categoria.

le prospettive

—  

Difficile, quindi, prevedere le strategie di mercato della Juventus nella prossima stagione. Ma la formazione bianconera dovrà sciogliere parecchi nodi anche in difesa, non solo negli altri reparti: Chiellini si avvierà, probabilmente, a disputare l’ultima stagione in carriera (dirà addio all’azzurro il prossimo primo giugno nella gara contro l’Argentina di Wembley), De Ligt è conteso da diversi top-club europei. Rudiger sembra essere vicino come rinforzo a parametro zero. A quasi 35 anni (che compirà domenica) Bonucci si avvia nell’ultima parte della sua carriera e anche al fantacalcio si dovranno fare valutazione, a partire dalla prossima asta, se puntare su di lui come “usato” sicuro o volgere lo sguardo altrove. Nel frattempo, in queste ultime quattro partite di campionato contro Venezia, Genoa, Lazio e Fiorentina il centrale bianconero proverà a superare se stesso nei numeri di gol segnati. Magari battendo qualche rigore come fatto negli scorsi mesi…

Precedente Agnelli: "Juve avanti con Allegri, ha riportato solidità. E sui rimpianti..." Successivo Alta tensione viola. Infortuni, amnesie e il caso Italiano: la Fiorentina si è inceppata

Lascia un commento