Bonolis: “Lukaku? Assurdo, brava l’Inter.” Su Cuadrado: “Il passato non mi interessa”

Da Lukaku a Cuadrado, da Correa alla porta: Paolo Bonolis, noto tifoso dell’Inter, ha parlato di mercato e non solo a L’Interista

Paolo Bonolis, noto tifoso dell’Inter, ha parlato di mercato e non solo a L’Interista. Ecco le dichiarazioni del conduttore televisivo: “Lukaku? Ha fatto molto bene l’Inter ad interrompere ogni discorso, a mio avviso, data la situazione. Con i soldi risparmiati dal suo mancato acquisto sarà possibile rinnovare il reparto ed i giocatori per sostituirlo non mancano.

Questo succede quando una persona viene manipolata da chi ne gestisce gli interessi. Ora siamo arrivati all’assurdo, ha stancato perché parliamo di un giocatore che prima è scappato dal Manchester United per andare all’Inter, poi è scappato dall’Inter per andare al Chelsea, poi dal Chelsea di nuovo all’Inter ed ora, non contento, di nuovo via da noi scappando. Quando c’è tutta questa transumanza poco importa alla fine dove uno va a pascolare, conta tutto ciò che si vede. Juve? Non me ne importa niente, francamente. A parte che ora voglio vedere se effettivamente lo prendono, altrimenti uno rimane lì a girovagare in un limbo”.

CUADRADO – “Ottimo giocatore, ottimo colpo, potrà dare una grossa mano all’Inter con la sua qualità e questo è quanto mi interessa. Alla Juventus aveva gli stimoli e la rabbia che i bianconeri gli suscitavano, è normale che difendendo i loro colori provasse a provocare i nostri o a farli mandare fuori e via dicendo. Ora sono certo che gli stessi stimoli e la stessa rabbia li avrà per difendere i nostri, di colori. La penso davvero così: che mi importa di dove ha giocato? Sarebbe bello un suo gol, magari in un derby d’Italia che finisse proprio per 1 a 0. Ma ripeto: non c’è niente da perdonare”.

ATTACCO – “Anzitutto va capita la situazione di Correa: se si può recuperare nella testa, più che nella tecnica, altrimenti va salutato. Certamente poi va sostituito Romelu e le idee alla dirigenza non mancheranno. Dia della Salernitana mi piace molto. Ha corsa, movimento, fa gol e fa anche gol particolari, non banali tap-in sotto rete. Mi sembra sia interessante, ma non voglio dare consigli dato che Marotta, Ausilio e Baccin stanno lavorando benissimo”.

MERCATO – “Oltre a sostituire eventualmente Gosens, penso che possa servire un altro centrocampista che abbia caratteristiche simili a Mkhitaryan. In mezzo ci saranno Asllani e Calha, Frattesi ha la dinamicità di Barella ed eventualmente potrà giocarci anche assieme, manca forse uno più simile all’armeno”.

Precedente Inter, parla Correa: "Voglio giocare e sentirmi importante, mi è mancata continuità" Successivo Paredes con gli ex compagni della Juve: "Cena con amici". E c'era anche Bonucci